Barcellona, pronta la rivoluzione: Laporta vuole il rossonero

Da ieri Joan Laporta è nuovamente il presidente operativo del FC Barcellona. E si parla subito di colpi di mercato.

Laporta obiettivi Barça
Joan Laporta (©Getty Images)

Da ieri sera Joan Laporta è il nuovo presidente operativo del Barcellona. Lo hanno stabilito le votazioni svoltesi nell’ultimo weekend.

Il noto imprenditore catalano torna ad essere il dirigente massimo del club blaugrana per la terza volta, ad undici anni di distanza dall’ultima occasione.

Maggioranza assoluta per Laporta, che avrà ora il difficile compito di creare un progetto solido e futuribile per il bene del Barça, squadra che negli ultimi tempi sembra in netta regressione tecnica e motivazionale.

I media spagnoli già parlano delle mosse di calciomercato che il neo-presidente ha in mente in vista della prossima stagione, quella dell’annunciato rilancio catalano.


Leggi anche:


La lista della spesa di Laporta: c’è anche Donnarumma

Ovviamente il primo compito che Laporta dovrà adempiere riguarda il giocatore più rappresentativo: Leo Messi. Il presidente, che ha da sempre un ottimo rapporto con la pulce, proverà in primis a convincere l’argentino a rinnovare.

Messi aveva interrotto ogni dialogo con la precedente dirigenza, in particolare per gli scarsi rapporti con il presidente uscente Bartomeu. Ma ora le cose possono seriamente cambiare.

La situazione economica del Barça non è però favorevole, soprattutto dopo la crisi dovuta alla pandemia da Covid-19. L’idea di Laporta e dei suoi dirigenti è quella dunque di rinforzare il club con colpi sostenibili, possibilmente a basso costo.

Donnarumma

Ecco perché tra i nomi che si fanno per il Barcellona del futuro vi sono calciatori come David Alaba, Memphis Depay o Eric Garcia, tutti pronti a svincolarsi a costo zero al termine di questa stagione.

Ma nella lista dei desideri c’è anche un certo Gianluigi Donnarumma. Il portiere del Milan, ad oggi, è in scadenza contrattuale a giugno prossimo e il suo profilo fa gola dalle parti di Barcellona.

Oltre a Chelsea e PSG (di recente defilatosi) anche il Barça tiene d’occhio la situazione Donnarumma. Inoltre, come scrive il quotidiano AS, Laporta potrebbe avere un percorso privilegiato con Mino Raiola. Discorsi avviati infatti per Erling Haaland, il fuoriclasse del Borussia, gestito dallo stesso procuratore di Gigio.