Milan, cuore e testa: pareggio prezioso sul campo del Manchester

Un pareggio che sa di vittoria per il Milan quello di ieri sera ottenuto ad Old Trafford, nell’andata degli ottavi di finale.

Manchester United-Milan
Manchester United-Milan (©Getty Images)

L’Euro-Milan non tradisce mai. La prova è arrivata ieri sera, con una prova solida, di cuore e grinta sul difficilissimo campo del Manchester United.

L’andata degli ottavi di Europa League sorride abbastanza alla banda di Stefano Pioli, che si è presentata ad Old Trafford senza sei titolari.

Ma come si era già visto domenica a Verona, il Milan non è schiavo dei singoli o Ibra-dipendente. Sa giocare a calcio e fare risultati con la forza delle idee e grazie ad un gruppo che non smette di stupire. L’1-1 di ieri è l’ennesima conferma del gran lavoro di Pioli.


Leggi anche:


Manchester United-Milan 1-1, l’analisi del match

Anche lo United si è presentato ieri alla sfida tra ‘diavoli’ con diverse assenze. Il tecnico Solskjaer doveva fare a meno di gente del calibro di Pogba, Mata, Rashford e Cavani.

Ma la differenza è stata sostanziale: il Manchester punta molto sul valore dei singoli e dunque ha risentito delle proprie indisponibilità. Meno il Milan, che sa giocare anche senza la rosa al completo.

Come scrive la Gazzetta dello Sport, la partita l’hanno fatta i rossoneri. Dopo 10 minuti già due reti annullate a Leao e Kessie (molti dubbi sulla seconda).

Nel primo tempo si è vista la qualità del palleggio del Milan contro una passività dello United risolta solo da qualche giocata individuale. Nel finale era il capitano Maguire a sprecare clamorosamente il pallone del vantaggio colpendo il pale.

Nella ripresa l’unica reale distrazione difensiva portava al gol del Manchester. L’ex atalantino Diallo si ritrovava solo in area su assist del solito Bruno Fernandes e superava Donnarumma di testa.

Ma la partita per il Milan non cambiava affatto: solito gioco arioso, ben eseguito e tante, troppe occasioni cestinate dalle parti di Henderson.

Negli ultimi 25-30 minuti i rossoneri hanno stradominato a centrocampo, mettendo lo United alle corde. Il pari al 92′ di Simon Kjaer è stato il giusto finale, un premio meritato per la squadra di Pioli che è andata ad Old Trafford a fare la partita.

Si deciderà tutto a San Siro tra una settimana. Ma se il Milan dovesse ancora giocare così non ci sarebbe storia.