Lukaku ha detto no a Sanremo: retroscena e motivi

Spunta un retroscena riguardo il Festival di Sanremo: Lukaku dell’Inter sarebbe stato invitato a partecipare con Ibrahimovic.

Lukaku no al Festival
Romelu Lukaku (©Getty Images)

La partecipazione al Festival di Sanremo come ospite fisso di Zlatan Ibrahimovic ha diviso la critica e gli appassionati.

Alcuni hanno elogiato la naturalezza e l’ironia dell’attaccante svedese, altri invece avrebbero preferito che Ibra si concentrasse sul Milan senza far parte della rassegna canora più seguita d’Italia.

C’è anche chi, come Paolo Bonolis per esempio, aveva invocato la presenza in contemporanea sul palco di Romelu Lukaku. Il centravanti dell’Inter si è scontrato con Ibrahimovic nel derby dello scorso 26 gennaio, dunque sarebbe stata l’occasione per una pace definitiva in mondovisione.


Leggi anche:


Lukaku, niente confronto con Ibra a Sanremo: “Penso solo all’Inter”

Oggi la Gazzetta dello Sport ha rivelato qualcosa di particolare. Pare che l’idea di invitare Lukaku a Sanremo fosse in realtà qualcosa di concreto.

Il conduttore e direttore artistico Amadeus, tra l’altro grande tifoso interista, ha tentato di convincere ‘Big Rom’ a salire sul palco dell’Ariston almeno per una sera, magari con l’intento di creare un confronto pacifico con Ibrahimovic.

Lo stesso svedese non avrebbe avuto nulla al contrario, visto che le liti furibonde del derby sono ormai finite nel dimenticatoio. Ma è stato Lukaku stesso a declinare l’offerta.

L’attaccante dell’Inter ha rifiutato l’idea sanremese, preferendo invece concentrarsi sugli allenamenti e sulle sfide in campo. La sua squadra è in testa alla classifica di Serie A e ha la netta occasione di togliere lo Scudetto dal petto dell’odiata Juventus dopo nove anni consecutivi.

Amadeus aveva ipotizzato anche un collegamento telefonico con Appiano Gentile, per far intervenire Lukaku in diretta. Ma sono arrivate risposte negative anche in quel caso.

Ibra in conferenza stampa aveva aperto all’idea della pace pubblica: “Non ci sono problemi personali, quello che succede in campo rimane in campo. Se Lukaku vuole venire qui è il benvenuto“. Chissà, forse per il centravanti belga la sfuriata sul campo con il rivale milanista non è ancora da archiviare definitivamente.