Calciomercato Milan, esame Manchester United: si giocano il futuro!

Operazione riscatto. Sono diversi i calciatori sotto esame: da Meite a Dalot, passando per Tomori e Brahim Diaz. Il Milan cerca conferme contro il Manchester United

riscatto Meite Dalot Tomori
Meite (© Getty Images)

Milan-Manchester United è certamente una delle partite più importanti della stagione. Il match contro i Red Devils, valevole per il ritorno degli Ottavi di finale di Europa League, è anche un esame per diversi calciatori che si stanno giocando la permanenza in rossonero.

La lente di ingrandimento è puntata su Diogo Dalot, che in caso di forfait di Davide Calabria, potrebbe avere la possibilità giocare ancora una volta titolare.

La stagione del portoghese è fatta da troppi e alti e bassi e in questi mesi dovrà dare tutto per meritarsi il riscatto. Riscatto che Milan e Manchester United non hanno ancora fissato. Il match potrebbe essere un’occasione per le due società per fare il punto della situazione su Dalot.

In Inghilterra si era parlato di un possibile riscatto a 20 milioni di euro, notizia che però non ha trovato conferme. Il Milan crede nel portoghese, che è un’alternativa ai titolari Calabria e Theo Hernandez, ma risulta difficile che possa spendere una cifra così importante per lui. Il riscatto resta tutto da guadagnare ma al giusto prezzo potrebbe rimanere in rossonero.

Spera di farlo anche Meite, che dopo un inizio timido, ha avuto un cambio di passo importante e sta sempre più convincendo Pioli e la dirigenza. Il suo riscatto è fissato a circa 8 milioni di euro. Un’altra prova importante, come all’andata, potrebbe avvicinarlo alla permanenza in rossonero. Non è ancora certo del posto, si sta giocando una maglia con Sandro Tonali, per affiancare Franck Kessie.


Leggi anche:


Sacrificio Tomori

Chi ha convinto fin dal primo istante in cui ha messo piede in campo è Fikayo Tomori. Il centrale inglese ha subito trovato l’intesa con Simon Kjaer e Alessio Romagnoli, dimostrando di avere caratteristiche uniche all’interno del gruppo.

Il Milan a gennaio ha ottenuto dal Chelsea la possibilità di riscattate il difensore ma per farlo serviranno circa 28 milioni di euro. Una cifra non da poco che Tomori, sta dimostrando di valere. La società sta dunque pensando di fare un sacrificio per il calciatore ma cercherà di ottenere uno sconto dal Chelsea. Difficile che ciò avvenga, i londinesi hanno dimostrato, negli ultimi anni di mercato, di essere un osso duro.

E’ evidente che una qualificazione in Champions League darebbe maggiori possibilità di permanenza ai calciatori che andrebbero riscattati.

Non va dimenticato, infine, Brahim Diaz ma in questo caso la sensazione è che il calciatore non sia convinto di separarsi definitivamente dal Real Madrid. Non è da escludere dunque che le parti trovino un’intesa sul prolungamento del prestito di un ulteriore anno.