Milan, Ibra da record | Superato Shevchenko: la statistica

Ibrahimovic continua a battere record su record in carriera: ecco un altro dato esaltante raggiunto ieri con il Milan.

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Ogni partita che gioca e che decide a livello realizzativo, Zlatan Ibrahimovic supera un altro record personale e non solo.

Il centravanti del Milan è tornato a fare gol in campionato ieri sera, aprendo le marcature nella vittoria dei rossoneri sul campo della Fiorentina.

Come pubblicato dal portale Opta Sport, Ibrahimovic ha superato un altro primato di gol: ha raggiunto quota 15 reti in campionato su 15 gare disputate.

Una media di un gol a partita per Ibra, ma non soltanto. Come riferito dal portale di numeri e statistiche, lo svedese ha superato Andriy Shevchenko per il numero di reti segnate con quindici gettoni stagionali all’attivo.

L’ex campione ucraino del Milan si era fermato a 14 centri in 15 match nella stagione 2003-2004. Da quando è iniziata l’era dei tre punti, Ibrahimovic detiene l’attuale primato.

 


Leggi anche:


Milan, tutti i numeri di Ibrahimovic in stagione

Tale statistica conferma quanto Ibrahimovic, seppur a 39 anni compiuti, sia ancora uno degli attaccanti più decisivi del campionato di Serie A.

Ibra in campionato finora ha giocato 1.192 minuti, vantando dunque una media di un gol segnato ogni circa 76 minuti disputati.

L’attaccante classe ’81 ha già superato la soglia di reti realizzate nella sua prima esperienza in maglia Milan, durante la stagione 2010-2011. In quell’anno i rossoneri vinsero lo Scudetto, ma Ibra si fermò a sole 14 reti personali.

Clamoroso il dato sulle doppiette: Ibrahimovic è l’attaccante che ha segnato più volte in stagione due reti personali nel medesimo incontro. Ben 6 finora in campionato.

Quattro invece gli infortuni diversi che hanno bloccato Ibra in stagione. A settembre ha saltato quattro partite per contagio al Covid-19. A novembre si è fermato per infortunio muscolare alla coscia, a cui ha fatto seguito a fine 2020 anche una lesione al polpaccio. Infine il recente stop agli adduttori da cui ha recuperato solo giovedì scorso.