Ibrahimovic, possibile rientro anticipato a Milanello: le ultime

Ibrahimovic è impegnato con la Svezia nelle Qualificazioni al Mondiale 2022 in Qatar. Ma l’attaccante rossonero potrebbe fare ritorno prima a Milanello.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Il grande rendimento avuto con il ritorno al Milan ha fatto guadagnare a Zlatan Ibrahimovic anche il rientro in Nazionale. Nonostante i suoi 39 anni, la Svezia ha deciso di tornare ad affidarsi a lui.

Il commissario tecnico Janne Andersson, con il quale aveva avuto dei contrasti in passato, ha deciso di convocarlo per le prossime sfide della selezione scandinava. La prima si gioca questa sera a Stoccolma contro la Georgia ed è valida per le Qualificazioni al Mondiale 2022. Poi in calendario ci sono le partite contro Kosovo ed Estonia.


Leggi anche:


Milan, Ibrahimovic rientra dopo Kosovo-Svezia?

Ibrahimovic a 39 anni e 173 giorni è pronto a partire titolare in Svezia-Georgia. Al suo fianco ci sarà il 21enne Alexander Isak, attaccante della Real Sociedad. Zlatan diventerà il più vecchio a indossare la maglia della nazionale svedese, superando due miti come Thomas Ravelli (38 anni e 59 giorni) ed Henrik Larsson (38 anni e 20 giorni).

Il centravanti del Milan vuole dare un aiuto alla Svezia a qualificarsi per Qatar 2022 e partecipare anche all’Europeo che si giocherà in estate. Ha grande voglia di dimostrare di poter essere decisivo pure in Nazionale, dopo le ottime cose fatte con la maglia rossonera.

Il quotidiano Tuttosport oggi scrive che non va escluso che Ibra dopo le due partite contro Georgia e Kosovo, valide per le Qualificazioni al prossimo Mondiale, torni a Milanello per preparare il match di campionato contro la Sampdoria. Infatti, quella contro l’Estonia (31 marzo) sarà un’amichevole per la Svezia e il commissario tecnico Andersson potrebbe risparmiarlo.

Sicuramente a Stefano Pioli non dispiacerebbe se Zlatan rientrasse prima in Italia. Il 39enne bomber scandinavo va gestito a livello fisico. Ha avuto diversi infortuni e pertanto non bisogna forzare con il suo impiego. Il ct della Svezia è consapevole di dover dosare le energie del giocatore.

Intanto, La Gazzetta dello Sport fa sapere che Ibra ha rifiutato la maglia numero 10 che gli ha offerto Forsberg. Come già anticipato, giocherà con la 11 che gli ha concesso il giovane Isak. Nessuna pretesa avanzata neppure sulla fascia da capitano. Un rientro quasi in punta di piedi in Nazionale per Zlatan.