Incontro Milan-Kessie per il rinnovo: le richieste del giocatore

Ieri summit a Casa Milan tra il club rossonero ed i rappresentanti del forte ed intoccabile centrocampista ivoriano.

Kessie
Franck Kessie (© Getty Images)

Ci si avvicina sempre più a lunghi passi verso la fine della stagione. Per il Milan però si avvicinano anche alcune scadenze contrattuali molto rilevanti.

Se per Zlatan Ibrahimovic non vi saranno problemi per il rinnovo annuale, ancora c’è da discutere e trattare per blindare due elementi come Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu.

In stand-by entrambe le situazioni. Ma ieri il club rossonero ha mosso i primi passi per un altro prolungamento fondamentale: quello del leader del centrocampo Franck Kessie.

Come scrive il Corriere dello Sport, l’ivoriano tramite i suoi rappresentanti ha incontrato ieri a Casa Milan la dirigenza per iniziare a trattare sul rinnovo.


Leggi anche:


Kessie, chiesto un aumento fino a 4 milioni netti

Il contratto di Kessie non è in scadenza imminente, visto che vanta un accordo sino al 30 giugno 2022, ma il Milan non vuole perdere tempo.

Il club sa che sull’ivoriano, finora uno dei migliori in assoluto della stagione, potrebbero presto spuntare i pressing di vari club internazionali, in particolare dalla Premier League inglese.

Via allora alle trattative. Nell’incontro di ieri l’entourage di Kessie ha confermato la volontà dell’ex atalantino di restare a lungo al Milan. Ma alla condizione di adeguare il contratto verso l’alto.

Chiesto un rinnovo da 4 milioni netti a stagione, cifra evidentemente considerata consona per un titolarissimo come lui. Attualmente Kessie percepisce 2,2 milioni annui.

Il Milan dovrà valutare se vi saranno le possibilità prossimamente per concedere all’ivoriano tale somma di denaro, ma molto dipenderà da come verrà modificato il monte-ingaggi e dagli eventuali introiti UEFA.

Le sensazioni sono comunque positive. C’è ottimismo perché il Milan e Kessie hanno un legame molto forte, dovuto anche al rifiuto del centrocampista di trasferirsi al Wolverhampton quando le sue prestazioni non erano ancora così esemplari.

I contatti con l’agente George Atangana continueranno nelle prossime settimane. Intanto il Milan si è cautelato facendo presente al procuratore la volontà di rinnovare e chiudere l’accordo il prima possibile. Prima però vanno risolti i casi più vicini alla scadenza.