Rinnovo Calhanoglu, filtra ottimismo: la firma può arrivare con la Champions

Hakan Calhanoglu vuole restare al Milan e stando alle ultime notizie il turco sarebbe molto vicino a rinnovare il suo contratto coi rossoneri.

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

Il Milan è pronto a riabbracciare un Hakan Calhanoglu galvanizzato dalle grandi prove in nazionale, dove ha anche trovato due reti. Il trequartista turco si è anche sbloccato coi rossoneri, trovando il gol vittoria nella trasferta di Firenze ed è pronto a riprendersi in mano l’attacco del Diavolo.

Il numero dieci milanista sta vivendo un ottimo momento di forma dopo un difficile ritorno in campo dopo aver contratto il Coronavirus. Il suo contratto tuttavia è in scadenza e il club di via Aldo Rossi ha posto il suo prolungamento, assieme a quello di Gianluigi Donnarumma, in cima alle priorità della dirigenza.

La distanza tra domanda e offerta si è assottigliata, e il calciatore vorrebbe restare nella sponda rossonera di Milano, tuttavia per siglare l’accordo mancano ancora dei piccoli dettagli.


Leggi anche:


C’è ottimismo per il rinnovo di Calhanoglu

Il Milan vuole essere sempre più competitivo e per farlo vuole mantenere in rosa tutti i top player e aumentare il tasso tecnico con i nuovi innesti. Per questo il Diavolo punta sia a Rinnovare Hakan Calhanoglu che acquistare Josip Ilicic dall‘Atalanta.

Le operazioni appaiono slegate e al momento l’una non esclude l’altra. La notizia di mercato non ha frenato i dialoghi tra il Milan e Stipcic, procuratore del trequartista turco, che lavorano da mesi per il prolungamento della mezza punta.

Le parti sono separate da un milione di euro tra i quattro più bonus offerti dal club di via Aldo Rossi e i cinque più alcuni premi richiesti dallo staff che rappresenta il calciatore. Una distanza non elevata e che potrebbe essere compensata da bonus più cospicui.

Stando al Corriere dello Sport c’è ottimismo e serenità tra le parti, che confidano di chiudere l’accordo entro poche settimane. Il quotidiano romano inoltre aggiunge che la firma potrebbe arrivare quando il Milan avrà la certezza matematica di approdare in Champions League a distanza di sette anni dall’ultima volta. Questo traguardo porterebbe le parti ad avvicinarsi, anche per i maggiori ricavi che il club ne otterrebbe.