Donnarumma, De Ligt e altri: Raiola al lavoro per il grande esodo

Mino Raiola scatenato: il procuratore di Donnarumma starebbe lavorando per far trasferire altrove diversi suoi talenti.

Raiola ed i suoi assistiti
Mino Raiola ed i suoi assistiti

Come ogni sessione di mercato che si rispetti, anche nella prossima dell’estate 2021 Mino Raiola intende essere un vero e proprio protagonista. Il noto agente italo-olandese è pronto a muovere i fili da burattinaio, avendo cominciato le proprie mosse già in queste settimane.

Raiola è un personaggio scomodo, fastidioso, ma allo stesso tempo molto apprezzato. Il procuratore ad esempio sta ragionando sul rinnovo di Gianluigi Donnarumma con il Milan. Una questione che dalle parti di via Aldo Rossi pensavano di poter risolvere facilmente, puntando sulla volontà di Gigio di restare a lungo.

Invece Raiola, come di consueto, si è messo di traverso: richieste altissime di stipendio (più di 10 milioni netti) e clausole rescissorie come condizioni definitive. Anche in un momento in cui il calcio mondiale attraversa una crisi a dir poco letale causa pandemia.

Nei piani del procuratore c’è probabilmente l’idea di spingere altri club esteri a virare su Donnarumma, ingaggiandolo a parametro zero e concedendogli anche un maxi-ingaggio. Con tanto di commissioni onerose destinate allo stesso Raiola. Il quale sta preparando una sorta di esodo dalla Serie A per i suoi assistiti.


Leggi anche:


Non solo Donnarumma: anche Romagnoli e De Ligt a rischio partenza

Sembra proprio che Raiola voglia lasciare l’Italia sguarnita dei talenti facenti parte della propria scuderia. Donnarumma, come detto, con i problemi sul rinnovo è alla mercé dei club esteri. Ma il portiere del Milan non è il solo, anzi, è solo la punta dell’iceberg.

Anche Alessio Romagnoli, che da qualche tempo è finito sotto le grinfie di Raiola, potrebbe lasciare la Serie A. Il capitano rossonero ha il contratto in scadenza a giugno 2022 e per rinnovare sono stati chiesti ben 6 milioni, cifra decisamente fuori mercato. L’intenzione dell’agente è quella di portare l’ex Roma in Premier League.

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (Getty Images)

Trema anche la Juventus: non solo i bianconeri non riceveranno l’appoggio di Raiola per avvicinarsi a Erling Haaland (più propenso ad andare in Spagna) ma rischiano anche di veder partire Matthijs De Ligt. Il centrale olandese sarebbe finito nel mirino del Barcellona, anch’egli proposto dal vulcanico agente.

Per non parlare di Henrik Mkhitaryan, fantasista della Roma che potrebbe fare le valigie a sorpresa. Sembrava tutto pronto per la firma automatica sul rinnovo. Ma Raiola ha chiesto all’armeno di attendere prima di restare in giallorosso, magari con l’intenzione di proporlo altrove.

Milan, l’unica eccezione di Raiola è Ibrahimovic

I suddetti nomi sono soltanto gli ultimi talenti della scuderia Raiola che sembrano destinati a rendere la Serie A meno attraente. In passato l’agente ha già portato via gente del calibro di Pogba, Verratti, Kean, Kluivert e Matuidi.

L’unica eccezione potrebbe riguardare Zlatan Ibrahimovic. Il campione del Milan è in scadenza, ma ha già ammesso di voler proseguire almeno per un altro anno in maglia rossonera. Raiola ha grosse influenze sulle decisioni di Ibra, ma quando lo svedese si mette in testa qualcosa è difficile fargli cambiare idea.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Zlatan Ibrahimović (@iamzlatanibrahimovic)

Attualmente sono ben 27 i calciatori sotto la procura di Mino Raiola che giocano in Italia. Il procuratore non bada troppo al livello in cui giocano i suoi assistiti. Infatti vanta elementi che vanno dalla Serie A, come i calciatori di Milan o Juventus, fino ai Dilettanti, come tal Lorenzo Andriuoli dell’Union Villa Cassano.