Europa League, Daniel Maldini tra i migliori talenti della competizione

Anche Maldini junior tra i migliori giovani che si sono messi in mostra in Europa League, per l’edizione 2020-2021.

Daniel Maldini
Daniel Maldini (©Getty Images)

Purtroppo il Milan è uscito dalla competizione internazionale dell’Europa League, per via della sconfitta contro il Manchester United agli ottavi di finale. Nonostante ciò, il cammino dei rossoneri va comunque applaudito perché partito dal secondo turno preliminare.

I risultati positivi del Milan, in particolar modo nella fase a gironi, hanno messo in mostra a livello europeo diversi calciatori della formazione di mister Pioli. Sia elementi già noti, come il veterano Ibrahimovic o l’ormai nuovo leader Kessie. Sia alcuni calciatori di prospettiva che il Milan non ha faticato a lanciare in prima squadra.

Tra questi c’è anche Daniel Maldini. Il figlio d’arte, fermo da qualche tempo per un fastidioso stop muscolare, ha destato ottime impressioni durante la sua esperienza in Europa League. Il classe 2001 ha giocato quattro gare della competizione, due delle quali anche da titolare.


Leggi anche > Milan-Genoa, designato l’arbitro del match


Maldini è partito dal 1′ minuto negli incontro con Rio Ave e Sparta Praga. Molto positiva in particolare la prestazione sul campo della formazione ceca. In quell’occasione il figlio di Paolo ha giocato da trequartista puro dietro all’amico e coetaneo Lorenzo Colombo.

Come detto le poche ma positive apparizioni di Maldini nella competizione europea sono state apprezzate. In particolar modo dal podcast intitolato Uefa EL Breakfast ShowSi tratta di video pubblicati su Youtube in cui alcuni commentatori si cimentano nel parlare dei risultati di Europa League e dei calciatori più interessanti.

Tale show, organizzato dallo sponsor KIA, ha inserito Maldini nella TOP 5 dei giovani talenti visti in Europa League durante la competizione in corso. I redattori della UEFA hanno inserito il numero 27 del Milan proprio al quinto posto della speciale graduatoria.

Daniel è stato preceduto da alcuni calciatori dal sicuro avvenire internazionale. Tra questi Shola Shoretire, 17enne centravanti del Manchester United. Oppure Teun Koopmeiners, tuttofare dell’AZ Alkmaar o l’astro nascente dell’Arsenal Emile Smith Rowe.

In testa a questa classifica di giovanissimi c’è un classe 2003 che, secondo i votanti, ha tutte le caratteristiche per diventare un top-player nel giro di pochi anni. Ovvero Florian Wirtz, fantasista tedesco del Bayer Leverkusen, già entrato nel giro della Nazionale maggiore.