Terremoto SuperLega | Serie A, chiesta l’esclusione di Milan, Inter e Juve

Non solo UEFA e FIFA. Anche la Lega Serie A si è messa di traverso all’ideazione della SuperLega ed alle società che l’hanno fondata.

Gazidis e Maldini
Gazidis e Maldini (©Getty Images)

Da questa notte il calcio internazionale potrebbe cambiare totalmente. E’ partita la rivoluzione dettata dai club più ricchi d’Europa e che riguarda la creazione della SuperLega. Il torneo dedicato alle 20 squadre europee di maggiore élite è ormai realtà, dopo le tante voci delle scorse settimane.

Tra i dodici club fondatori sono presenti anche le tre big del Nord Italia: Milan, Inter e Juventus hanno aderito immediatamente a questo progetto che potrebbe cambiare il volto del calcio. Sia in termini sportivi che per questioni economiche, soprattutto dopo la crisi mondiale dovuta alla pandemia.

Ma le istituzioni e gli organismi calcistici internazionali si sono messi di traverso. La UEFA e la FIFA si sono dette in pieno disaccordo alla creazione della SuperLega e pronte a sanzionare pesantemente i club che ne faranno parte. Persino l’ECA, guidata da Andrea Agnelli (uno dei membri fondatori della nuova lega), ha bocciato totalmente il tutto.


Leggi anche:


Tre società italiane sul piede di guerra: il Milan rischia l’espulsione

Non solo a livello internazionale. Ma anche le Federazioni nazionali si stanno rivoltando all’idea della creazione di questa super-competizione dedicata soltanto alle squadre con i conti più ricchi e con la storia calcistica maggiormente di rilievo.

Come scrive oggi La Repubblica, è caos anche nella Lega Serie A. Ieri pomeriggio il presidente Dal Pino e l’a.d. De Siervo hanno indetto un’assemblea straordinaria per valutare sia l’ufficialità della nuova SuperLega, sia la risposta della UEFA che si è detto immediatamente contraria.

Spunta la richiesta di estromissione dalla Serie A per Milan, Inter e Juve. Le tre società italiane facenti parte del nuovo organismo sono state indicate come colpevoli di voler tradire il calcio nostrano e dunque pronte a finire sulla graticola. In particolare durante l’assemblea Atalanta, Hellas Verona e Cagliari avrebbero chiesto di bandire le tre big.

Si prepara una stagione densa di battaglie legali e ricorsi. Pare che il Milan e le altre partecipanti stiano lavorando al progetto da mesi, al fianco di un partner finanziario come JP Morgan, per un indotto da 5 miliardi di euro. Le motivazioni dei tre club sono chiare: “La nuova competizione offrirà le basi per il calcio del futuro”. Sarà vero?