Milan-Sassuolo, clamoroso De Zerbi: “Domani non vorrei giocare”

Roberto De Zerbi, nella conferenza stampa alla vigilia di Milan-Sassuolo, ha espresso una dura opinione contro la Super League 

De Zerbi
Roberto De Zerbi (©Getty Images)

Domani si giocherà un importantissimo Milan-Sassuolo. La squadra emiliana si è da tempo dimostrata un’avversaria ostica, complice il suo bel gioco e il buon lavoro del suo allenatore Roberto De Zerbi.

Nelle ultime, però, sta tenendo banco la miriade di discussioni attorno alla Super League, competizione di cui anche l’AC Milan è club fondatore. Una novità che non è andata giù al tecnico De Zerbi, che oggi in conferenza stampa l’ha ampiamente criticata. Una riflessione quella del tecnico neroverde che non ha potuto non riguardare il club rossonero.


Leggi anche:


De Zerbi: “Se Carnevali mi obbligherà giocherò il match”

Nella conferenza stampa avvenuta oggi, alla vigilia di Milan-Sassuolo, Roberto De Zerbi si è espresso duramente contro la Super Lega, affermando addirittura di non voler giocare il match contro i rossoneri, in quanto club fondatore della nuova competizione:

“Io domani non vorrei giocare la partita contro il Milan perché questo fa parte di quelle tre squadre e l’ho detto sia ai giocatori che a Carnevali. Se Carnevali mi obbligherà di giocare il match chiaramente ci andrò. Sono arrabbiato perché il calcio mi ha dato da mangiare per 40 anni e anche io al calcio ho dato tutto e non la metto come questione lavorativa, va oltre al lavoro e allo stipendio, ma proprio nella sfera dei valori, dei sentimenti, delle rivalità calcistiche italiane sulle quali si sono giocate tante partite, si sono scritte tante pagine. È giusto che noi del calcio, così come hanno fatto Klopp, Bruno Fernandes, i tifosi del Liverpool, del City, ci si esponiamo. Questa è una pagina triste, grave, pesante, che può andare a rovinare il mondo che io amo e che ho amato e per il quale mi sono speso in tutto e per tutto”.