Hauge, l’agente in Italia: incontrerà il Milan | Futuro da definire

Atta Aneke, agente di Jens Petter Hauge, è pronto a incontrare il management sportivo del Milan per discutere della situazione del giocatore.

Jens Petter Hauge
Jens Petter Hauge (©Getty Images)

Al Milan ci sono più giocatori con il futuro incerto, considerando chi ha contratti in scadenza e chi ha cartellini appartenenti ad altri club. Ma c’è anche Jens Petter Hauge tra coloro che non ha certezze.

Il giovane talento norvegese ha avuto un ottimo impatto in maglia rossonera all’inizio, poi c’è stato un calo dovuto al fatto di aver iniziato la stagione prima con il Bodo/Glimt. Adesso il giocatore sta meglio fisicamente, però il suo futuro è tutto da scrivere.


Leggi anche:


Calciomercato Milan, arriva l’agente di Hauge

Atta Aneke, agente di Hauge, è arrivato a Milano per incontrare Paolo Maldini e Frederic Massara allo scopo di discutere del futuro del calciatore. Intervistato da VG, ha confermato le indiscrezioni: «Quando vado a fare visita a Jens Petter, è naturale che ci sia anche l’occasione per incontrare il club».

Tra Aneke e il Milan ci sarà un primo confronto per parlare del destino di Hauge, anche se una scelta definitiva verrà fatta solamente al termine della stagione in corso. Mancano ancora diverse partite di campionato e l’ex talento del Bodo/Glimt potrebbe convincere la società rossonera e Stefano Pioli a tenerlo.

Già nel calciomercato di gennaio erano arrivate offerte per il prestito di Hauge, ma il Milan le ha rifiutate tutte. Bisognerà vedere se a fine stagione lo scenario cambierà, se Maldini considererà la possibilità di cedere a titolo temporaneo il giocatore per consentirgli di giocare con maggiore continuità.

Il club di via Aldo Rossi ha investito circa 4-4,5 milioni di euro per acquistare l’esterno offensivo scandinavo, che sembra avere il potenziale per fare grandi cose a buoni livelli. Toccherà al Milan decidere se confermarlo in organico oppure valutare una cessione, che difficilmente sarà a titolo definitivo ma solamente con la formula del prestito.