Calciomercato Milan, Milik resta in Francia: domino attaccanti

Il Psg sulle tracce di Arkadiusz Milik. L’attaccante, accostato al Milan, potrebbe restare in Francia, dando vita ad un effetto domino dei centravanti. Ecco lo scenario

Arkadiusz Milik
Arkadiusz Milik (©Getty Images)

Arkadiusz Milik è uno dei tanti nomi accostati al Milan per rafforzare l’attacco della prossima stagione. Il bomber polacco, trasferitosi in Francia a gennaio dopo essere stato messo ai margini dal Napoli, è pronto a lasciare il Marsiglia già in estate.

Il calciatore rappresenta, infatti, una grande opportunità di mercato per tante squadre: il centravanti, infatti, può lasciare l’OM per una cifra vicina ai 12 milioni di euro.

In questi ultimi giorni è stato confermato l’interesse da parte del Milan per il giocatore, ma la concorrenza è di quelle importanti. In Italia la Juventus, così come la Roma, non lo hanno mai perso di vista così come il Siviglia. La novità è però, l’interesse del Psg.

I francesi – come riporta Tuttosport – starebbero pensando a Milik per sostituire Moise Kean. Il centravanti italiano, classe 2000, ha una valutazione importante sui 50 milioni di euro e i capitolini avrebbero così deciso di virare altrove. L’ex Juventus potrebbe così avvicinarsi nuovamente al bianconero, visto che difficilmente rimarrà all’Everton.


Leggi anche:


Effetto domino

Se la Juventus dovesse davvero acquistare Kean, il club del presidente Agnelli si farebbe, inevitabilmente, da parte per gli altri obiettivi, come Gianluca Scamacca e Dusan Vlahovic.

Non è un segreto che gli attaccanti di proprietà di Sassuolo e Fiorentina, siano quelli in cima alla lista della spesa del Milan. Anche  i due giovani – come raccontato – hanno valutazioni importanti, superiori ai 40 milioni di euro ma il club rossonero ha dimostrato di essere capace di fare investimenti di questo tipo per giovani calciatori.

La scorsa estate è stato la volta di Sandro Tonali, la prossima potrebbe toccare ad un bomber, da affiancare a Zlatan Ibrahimovic. Attenzione, comunque, alla pista che porta ad Andrea Belotti, che non ha ancora rinnovato il contratto col Torino. Il suo attuale accordo scade nel 2022 e potrebbe cambiare aria al termine della stagione ad una cifra leggermente più bassa rispetto a quella di Scamacca e Vlahovic