Lazio-Milan, Theo Hernandez può recuperare: decisiva la rifinitura

Le ultime anche sulle condizioni di Theo Hernandez, che ha ancora una chance di poter essere in campo domani all’Olimpico.

Theo Hernandez
Theo Hernandez (©Getty Images)

Se Zlatan Ibrahimovic certamente non sarà a disposizione per Lazio-Milan, la squadra rossonera punta a recuperare un altro tassello. Si tratta del terzino Theo Hernandez, che ha saltato l’ultimo match di campionato contro il Sassuolo ma potrebbe rientrare in extremis.

Il laterale mancino sembra in miglioramento per quanto riguarda la sua condizione muscolare. L’affaticamento che lo ha colto negli scorsi giorni dovrebbe essere quasi pienamente rientrato. Vi sono dunque alcune chance di vederlo tra i convocati per la sfida alla Lazio.

Gli aggiornamenti arrivano dalle parole di Stefano Pioli in conferenza stampa: “Theo sta meglio, ieri ha svolto una parte di allenamento con la squadra. Se oggi lavorerà interamente in gruppo allora sarà tra i disponibili per la partita di domani”.

Dunque l’allenamento odierno di rifinitura prima della partenza per Roma sarà un test decisivo. Se Hernandez dovesse dare risposte positive a livello fisico-atletico allora sarà certamente convocato. Da valutare con calma se il numero 19 potrà partire da titolare, oppure se si alternerà con Diogo Dalot nel ruolo di terzino sinistro.


Leggi anche:


Theo può ritrovare la Lazio: suo il gol decisivo all’andata

Al Milan farebbe molto comodo ritrovare Theo Hernandez. In particolar modo per la sua continuità e qualità nella proiezione offensiva. Da terzino deve ancora migliorare in fase di contenimento, ma quando spinge sulla fascia è una vera arma in più.

Non a caso il match di andata tra Milan e Lazio vide Theo protagonista assoluto, con pregi e difetti. Un po’ troppo in bambola quando c’era da frenare l’irruenza di Lazzari sulla sua fascia, ma assolutamente decisivo in fase di spinta, soprattutto nel finale.

Quando la gara dello scorso 23 dicembre sembrava incanalata sul 2-2 finale, Theo Hernandez si scatenò letteralmente. Prima un assist al bacio non sfruttato da Rebic, poi la progressione impressionante con tanto di conquista dell’ultimo corner della partita.

Un calcio d’angolo che i tifosi rossoneri ricordano benissimo: battuta tagliata di Calhanoglu e girata aerea proprio di Theo, che da attaccante puro prese il tempo ai difensori laziali e batté Reina per la rete del 3-2. Un gol determinante che mandò il Milan alle festività natalizie in testa alla classifica.