Ufficiale, niente Istanbul! Cambia la sede della finale di Champions League

Non si terrà ad Istanbul la finalissima di Champions League. La UEFA ha preferito trovare un’alternativa last-minute.

Estadio Do Dragao
Estadio do Dragao (©Getty Images)

La finalissima di Champions League 2020-2021 cambia ufficialmente sede. La sfida era inizialmente prevista ad Istanbul, esattamente allo stadio olimpico Ataturk. Invece poco fa il comitato esecutivo della UEFA ha scelto di cambiare.

La finale tra Manchester City e Chelsea del prossimo 29 maggio si disputerà ad Oporto, all’Estadio do Dragao. L’impianto, che ospita solitamente le gare casalinghe del Porto, è stato scelto per la sua ampia capienza e per questioni legate alla pandemia da Covid-19.

La Turchia infatti, inizialmente paese ospitante, è stata inserita dal Governo inglese nella black list dei paesi in cui viaggiare in tempi di pandemia. Per questo motivo è stato chiesto alla UEFA di spostare l’evento Champions in un’altra sede europea.

Successivamente lo stadio di Wembley era diventata un’idea concreta. Lo storico impianto di Londra ospita le gare della Nazionale maggiore inglese e le finali delle coppe nazionali. Un’opzione ideale, visto che la finalissima vedrà di fronte due club di Premier League. Invece la UEFA ha virato per il Portogallo, come già accaduto lo scorso anno.


Leggi anche > CONI, Malagò vince ancora: è al terzo mandato


Nel 2020 le fasi finali di Champions League si erano svolte infatti a Lisbona, così come la finale tra Bayern Monaco e PSG. Lo stato lusitano sarà ancora una volta la casa dell’ultimo atto Champions, stavolta nello splendido impianto di Oporto.

Il ‘do Dragao‘ è stato ristrutturato e battezzato per il campionato Europeo 2004, ospitando anche la gara inaugurale Portogallo-Grecia. Successivamente è stato palcoscenico di alcuni incontri della fase finale di Nations League. Non ha mai ospitato finora una finale di coppe europee.

Saltata l’opzione Istanbul proprio in extremis. Una città che non regala ricordi positivi al Milan: nel 2005 si giocò proprio all’Ataturk la finale di Champions League contro il Liverpool. Un match storico e scioccante, che vide gli inglesi rimontare tre reti al Milan di Ancelotti e poi vincere ai calci di rigore.