Calvarese sotto accusa: la moviola di Juventus-Inter

I maggiori episodi arbitrali di Juventus-Inter di ieri. L’arbitro Calvarese è sotto accusa per una direzione dubbia.

Calvarese
Calvarese in Juventus-Inter (Getty Images)

Un match che aveva fatto parlare di sé ben prima del proprio fischio d’inizio. Juventus-Inter, il cosiddetto derby d’Italia, non ha lesinato emozioni e quella buona dose di polemiche post-partita. Dovute soprattutto alle decisioni discutibili dell’arbitro Giampaolo Calvarese.

Sotto accusa il fischietto di Teramo, aiutato in parte dal VAR, ma spesso colto in fallo. Molte decisioni dubbie, su tutte quella del calcio di rigore concesso nel finale alla Juventus e trasformato da Cuadrado per il 3-2 finale. Un risultato che tiene vive le speranze di Champions dei bianconeri.

La Gazzetta dello Sport ha analizzato l’intera moviola di Juve-Inter. La ‘rosea’ perla di un elenco di errori per Calvarese, poco attento e concentrato sul campo e forse anche condizionato dalla presenza di Irrati in sala VAR.


Leggi anche:


Calvarese distratto, quanti dubbi sui rigori

Già nel primo tempo della sfida Calvarese ha fischiato due calci di rigore. Uno per parte, ma entrambi piuttosto discutibili, in particolare per la modalità con cui sono stati assegnati. Al 22′ su corner per la Juve c’è un braccio di Darmian che blocca Chiellini. L’arbitro fa proseguire la il VAR lo richiama e, dopo il consulto, viene assegnato il penalty.

Da regolamento su contatti del genere è decisiva la discrezionalità dell’arbitro sul campo, non dell’assistente al monitor. Nonostante ciò Calvarese si fida di Irrati e punisce Darmian. Stessa cosa pochi minuti dopo in area juventina: De Ligt pizzica Lautaro, l’arbitro non provvede ma il VAR sì e calcio di rigore anche in favore dell’Inter.

Discusso anche il secondo giallo a Bentancur nella ripresa. Lo juventino ferma Lukaku in corsa, Calvarese inizialmente sembra voler sorvolare anche in questo caso. Poi ci ripensa e, ascoltando le proteste interiste, decide pure di estrarre il rosso per doppia ammonizione.

Finale ancor più horror: l’Inter pareggia su autogol di Chiellini ma Calvarese annulla per un presunto fallo subito dal capitano della Juve. Stavolta il VAR salva il direttore di gara, che aveva preso un abbaglio. E’ lo stesso Chiellini a trattenere Lukaku prima di deviare nella propria porta.

Si chiude con la scelta più discussa e determinante. All’87’ minuto Cuadrado punta Perisic nell’area interista e si ‘aggancia’ all’avversario. Calvarese fischia immediatamente il rigore, stavolta senza sentire Irrati. I replay confermano come lo juventino con furbizia sia andato a cercare il piede di Perisic senza che il croato tenti il contrasto. Un episodio che sta già facendo e farà discutere molto.