Milan, risultati negativi seguiti da grandi vittorie: i precedenti stagionali

In vista dell’ultima decisiva sfida contro l’Atalanta, il Milan si affida anche alle statistiche. Oltre all’ottimo rendimento in trasferta, c’è un altro dato importante nella stagione dei rossoneri 

Juve-Milan
Milan (©Getty Images)

 

Tutto in 90 minuti. Dopo un’annata da protagonista in campionato, il destino beffardo e la rivedibile prestazione con il Cagliari costringono il Milan a giocarsi l’agognata qualificazione in Champions League all’ultima giornata contro l’Atalanta, il peggior avversario possibile da affrontare ancora in corsa peraltro per un obiettivo importante, il secondo posto in campionato, piazzamento mai raggiunto dai nerazzurri nella loro storia.

Il Milan è ancora padrone del suo destino. Con una vittoria sarebbe al riparo da ogni sorpresa. Con un altro risultato invece tutto dipenderà dall’esito dei match che attendono Napoli e Juventus, impegnate contro Verona e Bologna.

Dopo lo 0-0 con il Cagliari e l’occasione mancata, il Milan è quasi considerato una vittima sacrificale al Gewiss Stadium considerati anche i precedenti recenti con i bergamaschi vincitori 5-0 alla vigilia di Natale 2019 e 0-3 all’andata a San Siro.

Per ingannare l’attesa e continuare a sperare ci si affida alle statistiche “favorevoli”. La prima e certamente più significativa è relativa al rendimento stagionale dei rossoneri in trasferta in Serie A. Su 17 partite disputate finora, Donnarumma e compagni hanno totalizzato 46 punti con una media di 2.56 a match. Quattordici le vittorie ottenute con 2 sconfitte (Spezia e Lazio) e un pareggio (Genoa).  L’Inter, campione d’Italia, è a 39.

Un dato importante che fa il paio con un altro più empirico ovvero la capacità mostrata dai rossoneri di reagire prontamente a sconfitte significative ( o risultati deludenti) in campionato ed Europa League, ottenendo importanti vittorie contro avversari ostici che hanno permesso di continuare ad avere un rendimento d’alta classifica.


Leggi anche 


Milan, sconfitte e immediate vittorie: i precedenti in stagione

Riavvolgendo il nastro della stagione ormai alle battute finale possiamo riscontrare la fattispecie sopra citata in vari momenti dell’annata. Di seguito i risultati più significativi

Milan-Lille: 0-3
Napoli-Milan: 1-3

Milan-Juventus: 1-3
Milan-Torino: 2-0
Cagliari-Milan: 0-2

Milan-Atalanta: 0-3
Bologna-Milan: 1-2
Milan-Crotone: 4-0

Spezia-Milan: 2-0
Milan-Inter: 0-3
Roma-Milan: 1-2

Milan-Manchester United: 0-1
Fiorentina-Milan: 2-3

Milan-Sassuolo: 1-2
Lazio-Milan: 3-0
Milan-Benevento: 2-0
Juventus-Milan: 0-3

Milan
Milan (©Getty Images)

All’elenco può essere aggiunto anche lo 0-2 di Verona seguito all’1-1 nel turno infrasettimanale con l’Udinese, risultato quest’ultimo che di fatto ha quasi precluso definitivamente la rincorsa scudetto del Milan nel duello con l’Inter.

Numeri, risultati, sulla carta, molto confortanti. A Bergamo servirà la migliore prestazione per confermarli. Champions e secondo posto, gloria e fallimento/delusione in 90 minuti mai così decisivi nella storia recente rossonera.