Sky – Milan, Castillejo e Romagnoli cedibili. Situazione riscatti: un solo dubbio

Stando alle ultime notizie riportate da Sky, c’è aria di rivoluzione in casa Milan. Calhanoglu e Romagnoli potrebbero salutare. Tonali e Tomori saranno riscattati.

Calhanoglu Hakan
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

Il campionato è finito e il Milan è già molto attivo sul calciomercato. E infatti, la società ha chiuso per il primo colpo. Un acquisto importante perché è il sostituto di Donnarumma. Che, a quanto pare, e a meno di clamorosi colpi di scena, ha deciso di non rinnovare. Maignan è il suo erede: stamattina ha sostenuto le visite mediche, si è recato a Casa Milan e ha firmato il contratto. In serata è attesa la comunicazione ufficiale. Ma non è finita qui.

Calhanoglu ha la stessa situazione di Donnarumma. E, visto quanto successo con Gigio, è probabile che il Milan si comporti esattamente allo stesso modo. Ciò vuol dire che è probabile che Maldini e Massara hanno già in mente il suo sostituto. Negli studi di Sky Sport hanno fatto il punto della situazione in merito alle prossime manovre e pare che il turco si libererà davveo a parametro zero come Gigio. La stessa sorte potrebbe toccare ad Alessio Romagnoli: in scadenza nel 2022, potrebbe essere ceduto anche per chiudere definitivamente le porte a Raiola. In merito alle cessioni, va valutata anche la situazione di Samu Castillejo: anche lui potrebbe andar via.


Leggi anche:


Riscatto per Tomori e Tonali

Discorso riscatti invece appare ben definito. Nessun dubbio, al momento, su Sandro Tonali e Fikayo Tomori. Entrambi verranno riscattati rispettivamente da Brescia e Chelsea. Appare inevitabile soprattutto la seconda operazione: il difensore è stato decisivo nellla seconda parte di campionato, eccezionale la scelta della società di puntare su di lui dopo aver perso obiettivi più blasonati come Simakan e Kabak. A pensarci adesso, soprattutto dopo sei mesi disastrosi dell’ex Stoccarda e Schalke al Liverpool, è stata davvero una scelta incredibile. Non è certo invece il futuro di Meite: la società deciderà nei prossimi giorni. Il riscatto dal Toro è fissato a 10 milioni.

Ci sono anche due situazioni da chiarire: Brahim Diaz e Dalot, entrambi in prestito secco. Il primo ha dimostrato di essere un calciatore da Milan: qualità importanti, tecniche e anche umane. Si è inserito benissimo nel gruppo e dopo la partita di domenica era fra i più scatenati. I rossoneri proveranno quindi a trattenerlo: l’idea è di proporre al Real Madrid un nuovo prestito ma stavolta con un diritto di riscatto. Diverso invece il discorso per Dalot: a meno di novità, tornerà al Manchester United (che adesso si sente in diritto di chiedere più di 20 milioni).