Simone Inzaghi, ufficiale l’addio alla Lazio: accordo con l’Inter

Ecco il valzer di panchine che si sta scatenando in Serie A. Con sorpresa di tutti Inzaghi sta per firmare con l’Inter.

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi (©Getty Images)

Se il Milan è al sicuro, con la conferma di Stefano Pioli meritata sul campo, molte altre rivali di Serie A stanno sviluppando un vero e proprio valzer di panchine. Tanti i cambi di allenatori che dovrebbero concretizzarsi nelle prossime ore, anche con colpi di scena clamorosi.

Le ultime news riguardano il futuro allenatore dell’Inter. I campioni d’Italia in carica hanno dato l’addio ad Antonio Conte ieri, dopo il colloquio risolutore con Steven Zhang e la ricca buonuscita ottenuta. Al suo posto i nerazzurri hanno scelto Simone Inzaghi.

L’allenatore della Lazio ieri aveva trovato un principio di accordo per rinnovare con la sua società. Contatto con Claudio Lotito sulla base di 2,2 milioni più bonus fino al giugno 2024. Ma la chiamata di Marotta all’allenatore ha cambiato le carte in tavola, e infatti è ufficiale da pochi minuti l’addio alla Lazio.

Secondo Sky Sport Inzaghi ha accettato la corte dell’Inter: 4 milioni a stagione per tre anni, bonus compresi. L’annuncio è atteso nelle prossime ore, più probabilmente domani mattina. Intanto è partita la caccia al sostituto sulla panchina della Laizo: Mihajlovic è in pole, ma occhio a Mazzarri.


Leggi anche:


Valzer di panchine: Pirlo riparte da Sassuolo?

Mentre molte fonti autorevoli parlano di accordo ormai imminente tra Inter e Inzaghi, sarebbe arrivata la contromossa diretta di Lotito. Il patron laziale a Il Messaggero ha parlato di “accordo trovato per il rinnovo, che verrà annunciato a breve” – provando a smentire così i rumors recenti.

Sembra però che le fonti siano ormai accomunate verso un’unica direzione: Simone Inzaghi ha già un accordo con l’Inter ed entro questa sera dovrebbe diventare il nuovo tecnico della squadra meneghina. Lotito beffato e niente rinnovo per l’ex attaccante, ad un passo dal sostituire Conte.

La Lazio infatti, se dovesse restare senza allenatore, starebbe valutando due nomi: Sinisa Mihajlovic e Walter Mazzarri sembrano essere i profili più papabili, un passo più indietro c’è invece l’ex laziale Sergio Conçeicao, accostato di recente al Napoli.

Andrea Pirlo invece potrebbe ricominciare dal Sassuolo. Silurato dalla Juventus dopo il trionfo in Coppa Italia, l’ex regista rossonero potrebbe accettare le lusinghe del club emiliano. De Zerbi ha già firmato per lo Shakhtar e Pirlo potrebbe essere la giusta soluzione di continuità e prospettiva.