Primavera, il Milan rialza la testa: 2-0 sul campo dell’Ascoli

La Primavera del Milan torna alla vittoria nella gara odierna, sul campo del malcapitato Ascoli. Buona prova dei rossoneri.

Milan Primavera
Milan Primavera (acmilan.com)

Dopo una settimana davvero negativa, torna a sorridere quest’oggi la Primavera del Milan. I ragazzi rossoneri tornano al successo in campionato, battendo in trasferta l’Ascoli nel match iniziato alle ore 11 sul campo dei marchigiani.

Le sconfitte dure e senza appello contro Inter e Sampdoria nelle ultime due giornate avevano spento gli entusiasmi della squadra di Federico Giunti. La quale però oggi è riuscita a risollevare la testa, trovando tre punti importanti per morale e classifica.

Un secco 2-0 maturato già nel primo tempo, contro un Ascoli al contrario svegliatosi troppo tardi. Dominante il Milan nei primi 45 minuti, che dopo alcune occasioni fallite trova il vantaggio alla mezz’ora. Segna Andrea Capone, con un bel destro di controbalzo. Non pago del vantaggio, il Milan trova il raddoppio due minuti dopo. Segna il mediano Filippo Tolomello, che chiude un’azione insistita della squadra ospite con un tiro a giro dal limite dell’area.


Leggi anche > Il Milan può tenere Brahim Diaz: le ultime dalla Spagna


Nel secondo tempo il Milan si limita a controllare la gara e provare a chiuderla in contropiede. Ma l’Ascoli da segnali di vita a metà della frazione. Pulsoni si guadagna un calcio di rigore per netto fallo del rossonero Ferraris nell’area di rigore milanista.

Ad evitare complicazioni ci pensa il portiere Leonardo Moleri, preferito oggi al titolare Jungdal. Bravissimo il classe 2002 ad intuire e respingere il penalty di Alagna e tenere così il Milan avanti di due reti. Nel finale succede poco o nulla, girandola di sostituzioni e 2-0 blindato per i rossoneri.

Con questa vittoria fuori casa il Milan sale a quota 41 punti in classifica, agganciando il Sassuolo all’ottavo posto in classifica. I rossoneri non sono ancora in zona play-off, ma la distanza dal sesto posto occupato attualmente dall’Empoli non appare affatto incolmabile, a tre partite dal termine.