Tesoretto Milan: 50 milioni in arrivo dalle cessioni

Il Milan se riuscirà a piazzare diversi calciatori in uscita potrà ricevere una bella somma, da reinvestire sul mercato.

Leao e Hauge
Leao e Hauge (©Getty Images)

Rispetto a qualche anno fa, il fatturato del Milan è tornato a sorridere. Grazie alla politica innovativa di Ivan Gazidis, ingaggiato come amministratore delegato proprio per migliorare conti ed introiti. Ma anche grazie alla qualificazione in Champions League per la prossima stagione.

I rossoneri vivranno dunque un’estate da protagonisti sul mercato estivo. Hanno già speso circa 15 milioni di euro per il nuovo portiere Mike Maignan e sono pronti a mettere a segno almeno altri 3-4 colpi in entrata. Il tutto potrebbe però essere agevolato dalle operazioni in uscita.

Come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, il club rossonero ha messo ufficialmente sul mercato diversi elementi della rosa attuale. Ovvero alcuni esuberi che non fanno parte dei piani di Stefano Pioli, ma anche un paio di elementi che potrebbero far ricavare al Milan delle importanti plusvalenze.


Leggi anche:


Da Laxalt a Leao: i calciatori in uscita dal Milan

Il quotidiano sportivo oggi ha fatto un rapido conto approssimativo. Il Milan, se riuscisse a cedere a titolo oneroso tutti i calciatori dati in partenza, otterrebbe un tesoretto importante. Intorno ai 50 milioni di euro, cifra da reinvestire poi su un paio di obiettivi di lusso.

Ma chi sono gli esuberi da piazzare? Il primo è già stato venduto: Diego Laxalt è ormai pronto a firmare con la Dinamo Mosca, dopo la fine del prestito a Glasgow. La cessione del terzino uruguayano porterà nelle casse del Milan almeno 4 milioni di euro. Non male per un calciatore decisamente fuori dai progetti.

Diego Laxalt
Diego Laxalt (©Getty Images)

In vendita, anche a prezzo di saldo, gli altri milanisti rientrati dai prestiti. E’ il caso di Mattia Caldara, che verrà osservato bene in ritiro e potrebbe anche restare. Ma di fronte ad un’offerta da almeno 7-8 milioni potrebbe partire definitivamente. Idem per quanto riguarda Andrea Conti, non riscattato dal Parma ed in cerca di una nuova avventura.

Tommaso Pobega è un altro talento del Milan di ritorno dopo l’ottima esperienza allo Spezia. I rossoneri non vorrebbero cederlo, ma sembra che il classe ’99 abbia attirato l’attenzione di molti club. Possibile un ‘arrivederci’ ancora in prestito, ma anche lui con l’offerta congrua potrebbe salutare a titolo definitivo, regalando una plusvalenza al Milan.

Ai saluti sicuramente anche Samu Castillejo. L’esterno spagnolo non ha mai convinto ed il Milan, che sogna di rimpiazzarlo con il colpaccio Ziyech, è pronto ad accettare o prendere in considerazione proposte neanche così elevate.

Leao e Hauge i sacrificati di lusso

Non solo esuberi. Il Milan ha aperto ufficialmente le porte al trasferimento di altri due calciatori. Jens-Petter Hauge e Rafael Leao potrebbero essere i sacrifici estivi per ricavare una buona somma da investire su altre operazioni.

Il giovanissimo norvegese fa gola a molti club italiani, oppure potrebbe essere inserito nell’affare De Paul come contropartita tecnica per l’Udinese. Il Milan lo valuta 15 milioni di euro, una bella cifra in ascesa rispetto ai 4 milioni spesi un anno fa per portarlo in Italia.

Con Leao è il solito discorso. Il portoghese è un talento puro, ma molto discontinuo. Il Milan ha fatto sapere di voler puntare su di lui, ma nessuno dalle parti di via Aldo Rossi lo ritiene incedibile. Con un’offerta da 25 milioni di euro il classe ’99 potrebbe salutare senza troppi rimpianti.