Passi avanti per Brahim Diaz: c’è ancora un nodo da risolvere

Il Real Madrid si sarebbe convinto a lasciar partire il giovane centrocampista spagnolo. Resta da risolvere il problema legato alla formula.

Brahim Diaz
Brahim Diaz (©Getty Images)

Con l’arrivo di Maignan tra i pali per sostituire Donnarumma e con il riscatto di Fiyako Tomori il Milan ha messo apposto la difesa per ora. L’obiettivo adesso è trattenere in rossonero un altro giocatore che ha fatto benissimo nella passata stagione, ovvero Brahim Diaz. Nel farlo c’è comunque da tener d’occhio i bilanci, dal momento per il portiere e per il difensore la società rossonera ha spesa una somma considerevole: 40 milioni.

Il riscatto del centrocampista spagnolo dal Real Madrid non dovrà quindi pesare troppo sulle casse della società di via Aldo Rossi. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, c’è ottimismo sulla possibilità di chiudere l’affare sui 20 milioni di euro. Un prezzo ragionevole per il calciatore viste le qualità mostrate in questa stagione (39 partite e 7 gol al debutto in Italia per il classe 1999).


Leggi anche:


Il problema della formula

La difficoltà sta invece nel trovare la formula che vada bene anche al Real. Il Milan vorrebbe rinnovare il prestito inserendo il diritto di riscatto. In questo modo i rossoneri potrebbero acquistare definitivamente il giocatore nell’estate del 2022. I Blancos vorrebbero invece l’obbligo di riscatto.

Il club di Madrid si sarebbe definitivamente convinto a lasciar partire il talento, acquistato due anni fa dal Manchester City. Anche Carlo Ancelotti, che stima molto il trequartista, avrebbe dato il placet per il via libera.