Brahim Diaz e Junior Firpo, le offerte del Milan | I dettagli

Il Milan sta negoziando con il Real Madrid la conferma di Brahim Diaz e con il Barcellona l’arrivo di Junior Firpo. C’è abbastanza fiducia.

Brahim Diaz
Brahim Diaz (©Getty Images)

Il Milan è molto attivo sul calciomercato e lavora intensamente per chiudere al più presto alcune operazioni. Una di queste riguarda Brahim Diaz.

Il fantasista spagnolo ha fatto una buona impressione nella stagione scorsa, quindi il club rossonero sta cercando di confermarlo. Carlo Ancelotti ha dato l’ok alla sua cessione, quindi adesso Paolo Maldini e Frederic Massara sono in trattativa con il Real Madrid per raggiungere un accordo. Trapela molta fiducia.


Leggi anche:


Calciomercato Milan, il punto su Brahim Diaz e Junior Firpo

Oggi La Gazzetta dello Sport spiega che il Milan spinge per avere Brahim Diaz in prestito biennale con diritto di riscatto fissato a 20 milioni di euro. Il Real Madrid preferisce che il prestito sia annuale e con un obbligo di acquisto del cartellino del giocatore. Una soluzione verrà trovata, visti i buoni rapporti esistenti tra le parti.

E c’è fiducia anche per quanto riguarda la trattativa con il Barcellona per Junior Firpo. Anche in questo caso il Milan ha offerto un prestito con diritto di riscatto. Da stabilire il prezzo finale del terzino, che al club catalano costò 18 milioni di euro più 12 di bonus. Adesso il cartellino ha una valutazione sui 15 milioni.

Junior Firpo è visto come l’ideale vice di Theo Hernandez. Ha caratteristiche che piacciono alla dirigenza e a Stefano Pioli. Ha anche un’età perfetta, 24 anni, per rientrare nel progetto rossonero. Nel Barcellona non ha avuto lo spazio che sperava e sicuramente lascerà la Catalogna in questa finestra estiva del calciomercato.

Anche al Milan rischia di avere spazio limitato, visto che partirebbe come riserva di Theo Hernandez, però sembra che l’ex Betis Siviglia sia attratto dalla possibilità di trasferirsi a Milano. Ha anche altre richieste e presto assieme al suo entourage dovrà stabilire delle priorità per il suo futuro. Già nell’ultimo mercato invernale la società rossonera ci aveva provato, ma lui preferì rimanere in Spagna per ragioni familiari.