Milan, l’offerta per Brahim Diaz non convince: l’affare si complica

Ancora non convince la proposta del Milan per Brahim Diaz. Lo spagnolo può ritornare in rossonero ad una condizione.

Brahim Diaz
Brahim Diaz (©Getty Images)

Il Milan rischia di dover concentrarsi sulla propria trequarti durante questa sessione di calciomercato estivo. La squadra di Stefano Pioli, che gioca ormai prevalentemente con il 4-2-3-1 come modulo standard, ha bisogno di almeno due fantasisti per quel ruolo, dietro alla prima punta.

Due elementi che nell’ultima stagione hanno dato sicurezza e qualità a mister Pioli. Ovvero Hakan Calhanoglu e Brahim Diaz. Il problema è che ad oggi, metà giugno, nessuno dei due è sicuro di restare al Milan. Anzi, al netto dei loro contratti, il turco è vicino alla scadenza mentre il talento spagnolo rientrerà al Real Madrid per fine prestito.

In attesa di capire se Calhanoglu vorrà abbassare le proprie pretese contrattuali e rinnovare con il Milan, il club sta tentando di ottenere nuovamente il prestito di Diaz per un’altra stagione. Paolo Maldini è al lavoro per rinnovare l’accordo con il Real, ma arrivano in tal senso alcune notizie non positive.


Leggi anche:


Riscatto Diaz, il Milan tenta l’offerta

Secondo quanto riferito dal giornalista e collega Mirko Calemme, della redazione di Calciomercato.it, né il Real né lo stesso Brahim Diaz sarebbero entusiasti all’idea di rinnovare il prestito annuale con il Milan. Entrambi vorrebbero lavorare su altri tipi di soluzioni.

La scelta sul futuro di Diaz dipenderà molto da Carlo Ancelotti, ma le merengues non intendono trattare per il prestito, bensì al massimo un trasferimento a titolo definitivo immediato. Idem per lo stesso calciatore classe ’99, che resta sempre dell’idea di imporsi in maglia Real. Come alternativa resterebbe volentieri al Milan, ma senza più soluzioni temporanee.

 

Milan che dunque rischia di essere spiazzato sul’ipotesi Brahim Diaz. Secondo il portale Calciomercato.com l’alternativa sarebbe tentare un’offerta economica per acquistare a titolo definitivo lo spagnolo. Si parla di 20 milioni di euro come cifra di partenza. Basteranno per convincere Ancelotti a privarsi del talento malagueño?