Riscatto Tonali, manca accordo Milan-Brescia | Ballano 5 milioni

Il Milan e il Brescia devono raggiungere l’intesa sul riscatto di Tonali, c’è ancora distanza tra le parti. Sullo sfondo potrebbe esserci la Juventus.

Sandro Tonali
Sandro Tonali (©Getty Images)

Nei giorni scorsi sembrava quasi fatta per il riscatto di Sandro Tonali da parte del Milan, tuttavia la trattativa con il Brescia sta andando un po’ per le lunghe. Non c’è ancora l’accordo totale tra i club.

Domani scadono i termini per esercitare l’opzione d’acquisto del cartellino del giocatore, probabilmente le negoziazioni procederanno oltre. Il club rossonero ha chiesto uno sconto alle Rondinelle, che in parte lo hanno accordato. Però manca ancora qualcosa per concludere questa operazione.


Leggi anche:


Calciomercato Milan, futuro Tonali: la Juventus in agguato

Oggi La Gazzetta dello Sport spiega che l’ultimo contatto tra Paolo Maldini e Massimo Cellino risale alla scorsa settimana. La differenza tra le parti è di 5 milioni di euro. L’inserimento del cartellino di Giacomo Olzer ha già permesso un avvicinamento, però da Elliott è arrivata un’indicazione precisa sul riscatto di Tonali. Dopo i 10 milioni già spesi per il prestito oneroso, il Milan può spendere al massimo altri 10 milioni per comprare il giocatore. Il Brescia avrebbe diritto a 15 milioni e il presidente ha fatto notare di aver già dimezzato i bonus da 10 a 5 milioni.

Difficile pensare a una rottura della trattativa e al rientro di Tonali a Brescia, però un’intesa va raggiunta ancora. È probabile che un nuovo contatto tra le dirigenze avvenga nella giornata di oggi per provare a trovare una soluzione.

Attenzione alla Juventus. Secondo La Gazzetta dello Sport, a Massimiliano Allegri piace il centrocampista bresciano. Il club bianconero lo prenderebbe volentieri in prestito nel caso in cui le negoziazioni tra Maldini e Cellino fallissero. Per adesso non c’è nulla di concreto, anche perché a centrocampo la prima opzione juventina è Andrea Locatelli del Sassuolo.

Milan e Brescia sperano di trovare l’intesa. Cellino accetterebbe anche l’inserimento di una contropartita ulteriore nell’affare. Gli piacerebbe avere l’attaccante Lorenzo Colombo, che nella seconda parte dell’ultima stagione ha giocato in prestito alla Cremonese. Il ragazzo ha preso tempo per valutare anche altre opzioni in Serie B. Inoltre, Stefano Pioli probabilmente lo porterà in ritiro in attesa che il calciomercato gli riporti i rinforzi attesi nel reparto offensivo.