Riscatto Tonali, accordo Milan-Brescia vicino | I dettagli

Tonali verso la permanenza al Milan, che sta sistemando gli ultimi dettagli con il Brescia per il riscatto. A breve ci sarà la fumata bianca.

Tonali Sandro
Sandro Tonali (©Getty Images)

Ci sta volendo più tempo del previsto per il riscatto, ma alla fine Sandro Tonali sarà un giocatore del Milan. In questi giorni le trattative con il Brescia sono andate avanti e trapela grande fiducia sul raggiungimento dell’accordo definitivo.

Oggi La Gazzetta dello Sport rivela che c’è stata un’accelerata e nei prossimi giorni l’affare può essere chiuso. I rapporti con Massimo Cellino, patron bresciano, sono buoni e la sensazione è che un’intesa verrà stipulata a breve. Il club rossonero vuole puntare sul giocatore per il futuro, non intende avere la fretta di scaricarlo per una prima stagione così così. Non va ripetuto il tipo di errore già fatto in passato con altri calciatori, mandati via troppo presto.


Leggi anche:


Tonali resterà al Milan: le ultime news di calciomercato

La deadline per esercitare il diritto di riscatto è scaduta il 16 giugno, però Milan e Brescia hanno continuato a negoziare. La società rossonera voleva uno sconto e Cellino si era detto disponibile a dimezzare i bonus da 10 a 5 milioni di euro, ma continuando a tenere a 15 milioni la cifra per l’acquisto del cartellino. Invece Paolo Maldini e Frederic Massara hanno chiesto di farla calare a 10. Qui la trattativa si è impantanata un po’.

La Gazzetta dello Sport spiega che un punto di incontro può essere trovato inserendo nell’affare sia Giacomo Olzer che Lorenzo Colombo. Quest’ultimo è molto gradito a Massimo Cellino, che lo vorrebbe con la formula del prestito biennale. In questi giorni le parti discuteranno per giungere a un accordo definitivo. C’è ottimismo e anche Sky Sport ha fatto sapere che si stanno limando gli ultimi dettagli prima della fumata bianca.

Tonali vuole rimanere al Milan e il Milan punta a confermarlo. Il centrocampista bresciano è importante anche per la lista UEFA, visto che è necessario che 8 dei 25 giocatori presenti siano stati formati in Italia (4) o nel vivaio del club (4). I rossoneri perderanno Gianluigi e Antonio Donnarumma, utili anche a questo scopo. Ma dovrebbe comunque riabbracciare Alessandro Plizzari e Tommaso Pobega, prodotti del settore giovanile milanista e di rientro dai rispettivi prestiti.