Calciomercato Milan, il trequartista dalla Lazio | Romagnoli più conguaglio!

Luis Alberto
Luis Alberto (©Getty Images)

Il Milan è alla ricerca di un trequartista titolare che possa sostituire Hakan Calhanoglu, finito all’Inter. Ci sono diversi profili nel mirino di Paolo Maldini e Frederic Massara.

Uno di questi sembra essere Luis Alberto, stella della Lazio. Lo spagnolo classe 1992 è reduce da una stagione con 9 gol e 4 assist in 40 presenze tra Serie A e Champions League. Per caratteristiche tecniche e tattiche può essere un ideale rimpiazzo di Calhanoglu. Ma la trattativa è molto difficile, perché Claudio Lotito sul prezzo del cartellino spara molto alto.


Leggi anche: 


Luis Alberto, la Lazio chiede 60 milioni: il Milan propone Romagnoli

Oggi Il Messaggero rivela che la Lazio valuta ben 60 milioni di euro Luis Alberto. Oltre al Milan, anche Juventus e Real Madrid sono interessate al calciatore. Nelle trattative possono rientrare delle contropartite tecniche.

Il club rossonero può mettere sul tavolo di Lotito il cartellino di Alessio Romagnoli più un conguaglio in denaro. I blancos possono offrire Dani Ceballos, centrocampista rientrato dal prestito biennale all’Arsenal. Invece la Juve potrebbe proporre Arthur, ma il suo ingaggio da 5-6 milioni a stagione è un problema per il club biancoceleste che comunque apprezza molto il brasiliano ex Barcellona.

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

Il prezzo di 60 milioni è sicuramente trattabile, dato che nessuno si spingerà mai a offrire una cifra vicina a questa. È la classica sparata alta di Lotito per cercare di ricavare il più possibile. Comunque prendere Luis Alberto richiede un investimento importante e bisognerà vedere se il Milan veramente andrà fino in fondo per il 28enne (29 anni a settembre) ex Liverpool.

A Romagnoli, tifoso della Lazio, un trasferimento in maglia biancoceleste probabilmente non dispiacerebbe. Però il suo ingaggio da 3,5 milioni netti a stagione è comunque alto. Il suo contratto con la società rossonera, comunque, scade a giugno 2022 e il rinnovo oggi appare improbabile. La cessione può essere la soluzione maggiormente percorribile.