Bakayoko, il Milan fa sul serio: può arrivare a titolo definitivo

Il Milan fa sul serio per il mediano francese che ha già giocato con la maglia rossonera nella stagione 2018-2019.

Tiemoué Bakayoko
Tiemoué Bakayoko (©Getty Images)

Un Milan sempre più di stampo francese quello che sta nascendo in vista della prossima stagione. La squadra di Stefano Pioli sta puntando su alcuni elementi che arrivano da oltralpe, ma che a prescindere dalla provenienza farebbero molto comodo alla rosa.

Già preso Mike Maignan per la porta, il Milan sta lavorando con il Chelsea ad un doppio colpo transalpino. In primis Olivier Giroud, attaccante che resta in cima alla lista dei desideri rossoneri per il ruolo di vice-Ibrahimovic. Manca ancora l’ok dei Blues allo svincolo del calciatore, ma l’accordo contrattuale è già certo.

Oltre a Giroud, come confermato dalla Gazzetta dello Sport, il Milan sta valutando seriamente il ritorno in squadra di Tiemoué Bakayoko. Il mediano francese è una vecchia conoscenza del club di via Aldo Rossi: vi ha giocato in prestito nella stagione 2018-2019, lasciando anche buoni ricordi.


Leggi anche:


Bakayoko può tornare al Milan: affare low-cost

Sull’asse Milano-Londra sono stati avviati i contatti dunque anche per l’ingaggio di Bakayoko da parte del Milan. I rossoneri, come è noto, cercano un altro mediano per rinforzare il reparto, dopo il mancato riscatto di Meite e la questione Tonali tutta da risolvere (a breve).

Bakayoko è un profilo che il Milan continua a seguire da anni. Nelle ultime due stagioni, dopo la fine del suo prestito in rossonero, è stato sempre accostato alla squadra di Pioli. Ma prima ha scelto l’esperienza al Monaco, mentre un anno fa disse sì al prestito al Napoli, senza grossi successi però.

Il classe ’94 può ripartire dai rossoneri. Il Chelsea non è ancora convinto di cederlo nuovamente in prestito, ed il centrocampista stesso preferirebbe una soluzione definitiva. Non da escludere che Bakayoko possa trasferirsi al Milan direttamente a titolo definitivo: la scadenza a giugno 2022 può agevolare il tutto.

Ad una cifra ragionevole il Milan e Bakayoko potrebbero dunque tornare a riunirsi dopo due anni. Un colpo che dalle parti di Milanello apprezzerebbero, vista la professionalità, la fisicità e soprattutto la conoscenza dell’ambiente da parte del francese.