Da Bergamo: “Milan e Atalanta lavorano allo scambio”

Secondo TuttoAtalanta la trattativa è in piedi. La contropartita è gradita ai rossoneri ma c’è un ostacolo da aggirare. 

Atalanta
Atalanta (Getty Images)

Il Milan continua a lavorare su più tavoli per completare la rosa da mettere a disposizione del mister Stefano Pioli, possibilmente già per il ritiro estivo. Uno degli obiettivi principali del mercato rossonero è l’innesto di un giocatore di qualità che possa sostituire Hakan Calhanoglu, accasatosi all’Inter. Il sostituto del turco potrebbe arrivare direttamente dalla Serie A, magari da un’operazione con un’altra grande del nostro campionato, ovvero l’Atalanta di Gasperini.

Secondo quanto appreso da Tuttoatalanta.com, i due club lombardi tanno lavorando ad uno scambio per rinforzare le rispettive rose. I nerazzurri sono fortemente interessanti al milanista Pobega, protagonista di una splendida stagione allo Spezia e tornato ora in rossonero. Il 21enne viene valutato dal Diavolo ben 12 milioni di euro. La Dea metterebbe sul piatto lo sloveno Josip Ilicic, che il Milan vede bene come opzioni sulla trequarti per sostituire il Calhanoglu.


Leggi anche:


Ilicic-Pobega: c’è un ostacolo

La trattativa è possibile e le parti stanno lavorando per chiudere. Ilicic ha voglia di cambiare aria dopo quattro stagioni ad alto livello con la Dea. Il 33enne, valutato da Percassi intorno agli 8-10 milioni, piace ai rossoneri. L’Atalanta, dal canto suo, annusa il colpo Pobega e lo vede come un’operazione parallela a quella dell’olandese Teun Koopmeiners, sempre secondo il portale atalantino.

L’Atalanta però vuole accaparrarsi il giocatore a titolo definitivo e senza mezze misure. Questo sarebbe quindi l’ostacolo della trattativa, dal momento che il Diavolo preferirebbe una formula diversa, magari inserendo una recompra fissata a una cifra leggermente più alta. I rossoneri temono il ripetersi di una situazione simile a quelle di Manuel Locatelli e Matteo Pessina, giocatori persi a basso prezzo e oggi protagonisti in Nazionale.