Damsgaard al Milan, Ferrero: “Lo vendo solo in un caso”

Il Milan è uno dei primi club interessati a Mikkel Damsgaard, ma il patron della Sampdoria, Ferrero ha le idee chiare sul futuro del giocatore. La sua dichiarazione per la Gazzetta dello Sport 

Mikkel Damsgaard
Mikkel Damsgaard (©Getty Images)

Ha rubato letteralmente l’attenzione delle big europee. Mikkel Damsgaard sta conducendo un Europeo da brividi con le sue ottime prestazioni. Già, nella sua prima stagione alla Sampdoria ha messo in mostra tutto il suo potenziale, e con la sua Danimarca sta confermando quanto di buono fatto vedere. Un classe 2000 che si destreggia da veterano e adesso c’è la fila per lui.

Il Milan è tra i club più interessati alla rivelazione danese, ma la concorrenza è davvero folta e di qualità. Oltre ai rossoneri, anche il Barcellona, la Juventus, l’Inter e la Roma lo hanno messo nel mirino. Un prospetto che ha già un valore di mercato pari a 25-30 milioni di euro, ma attenzione, perchè il suo costo può ancora aumentare. Molto dipenderà dal risultato alle semifinali di Euro2020 della Danimarca, che dovrà scontrarsi con una formidabile Inghilterra.

Il Presidente della Sampdoria ha parlato chiaro. In un intervista riportata dalla Gazzetta dello Sport nella sua edizione odierna, il patron blucerchiato ha risposto con fermezza riguardo al futuro di Damsgaard. “Non è in vendita” ha tuonato Ferrero, a meno che…


Leggi anche:


La dichiarazione di Ferrero su Daamsgard

La Sampdoria ha acquistato la scorsa stagione Mikkel Damsgaard per soli 6,7 milioni di euro. Adesso, il club blucerchiato può contare di ottenere una più che cospicua plusvalenza dalla sua cessione. Il patron Ferrero ha però parlato chiaro ai microfoni della Gazzetta dello Sport. In ottica mercato, il Presidente blucerchiato ha lasciato intendere che, sì, Mikkel non è in vendita ma l’arrivo di un’offerta generosa può certamente far cambiare i suoi piani.

Le sue parole: “Mi aspettavo che Mikkel fosse così forte: da noi è arrivato grazie a Pecini (passato allo Spezia, n.d.r.), ma il giocatore non è in vendita, a meno che non arrivi un’offerta che possa emozionarci. Ho cambiato il modo di vedere il calcio. Certo, qualcosa in uscita bisognerà fare, ma non svenderò nessuno, sia chiaro”. L’offerta di cui parla è di quelle importanti, da almeno 30 o 40 milioni di euro.

Insomma, è chiaro che chi vorrà strappare Damsgaard alla Samp e al suo Presidente è chiamato a fare un notevole sforzo economico.