Calciomercato, per Vlasic c’è solo il Milan: il punto

Brahim Diaz non basta, è Nikola Vlasic il nome per rafforzare la trequarti. Il calciatore croato viene valutato 30 milioni di euro dal Cska Mosca

Nikola Vlasic
Nikola Vlasic (© Getty Images)

Il Milan corre veloce sul mercato. I rossoneri sono sicuramente la squadra più attiva, con sei nuovi innesti. Dopo Mike Maignan, che ha preso il posto di Gianluigi Donnarumma, sono arrivate le conferme di Fikayo Tomori e Sandro Tonali. Poi Maldini e Massara hanno messo le mani su Olivier Giroud e Fodé Ballo-Touré. Ora toccherà a Brahim Diaz.

Il calciomercato è lungo e i possibili acquisti ancora tanti. Quello più importante sarà chiaramente il nuovo trequartista, chiamato a sostituire una pedina chiave come Hakan Calhanoglu, che ha deciso di sposare il progetto Inter.

I nomi circolati in questi giorni sono diversi ma nessuna trattativa sembra davvero essere entrata nel vivo. La suggestione James Rodriguez, che in Sudamerica davano ad un passo dal Milan, ha perso di consistenza, così come l’idea Josip Ilicic dall’Atalanta. La sensazione è che Maldini e Massara vogliano per il Milan un calciatore diverso, che sappia fare le due fasi, un po’ come il turco.


Leggi anche:


Occhi puntati su Vlasic

Un calciatore che sa sacrificarsi e che allo stesso garantisce un buon numero di gol è Vlasic. Il croato del Cska Mosca piace parecchio ma la trattativa con i russi non è per nulla facile. Per il giocatore vogliono una cifra vicina ai 30 milioni di euro.

Difficilmente, al momento, che l’affare possa andare in porto in prestito con diritto di riscatto. Con l’inserimento dell’obbligo potrebbe esserci il via libera dal CSKA. Si continua dunque a trattare, alla ricerca di una soluzione. Nel frattempo, come riporta La Gazzetta dello Sport, non sembra essere arrivata alcuna offerta allettante per Vlasic, che possa far saltare il banco.

Ci avrebbe provato lo Zenit ma la rivalità tra i due club fa pensare che difficilmente si potrà raggiungere un accordo. Il Milan, al momento, secondo quanto raccontato dai media russi, non si sarebbe spinto oltre al prestito oneroso, sui cinque milioni di euro, con diritto di riscatto a 20 milioni più bonus.

L’uscita di qualche elemento, come Hauge, potrebbe portare i rossoneri ad alzare la parte fissa dell’offerta per ottenere il via libera dal Cska.