Affare Kaio Jorge, Milan sempre in pole: cosa manca per chiudere

Il Milan è fiducioso sull’affare che porterebbe immediatamente Kaio Jorge a vestire la maglia rossonera in estate.

Kaio Jorge
Kaio Jorge (©Getty Images)

Il Milan insiste e non molla l’osso. Kaio Jorge è l’attaccante di prospettiva e di talento che farebbe al caso dei rossoneri, almeno secondo le ultime indiscrezioni. Il brasiliano del Santos è un obiettivo concreto nella lista dei desideri di Paolo Maldini.

L’intenzione del club è quella di portare immediatamente Kaio Jorge a Milanello, senza attendere la scadenza contrattuale prevista per dicembre 2021. Ma va battuta una certa concorrenza: nelle ultime ore si è fatta sotto anche la Juventus, anche lei alla ricerca di un rinforzo di prospettiva per il reparto d’attacco.

Ma il Milan resta in pole. Secondo le informazioni riportate da Tuttosport, il classe 2002 ed i suoi agenti stanno dialogando soltanto con i rossoneri. Il piano è quello di trovare presto un accordo e poi valutare la cessione di un altro attaccante (Leao e Hauge i maggiori indiziati) per fare cassa.


Leggi anche:


La distanza economica tra Milan e Santos

Kaio Jorge vuole il Milan e non rinnoverà con il Santos. Gli agenti come detto hanno un principio di accordo con i rossoneri e non hanno ancora dialogato con la Juve o altre pretendenti. Allora cosa manca per siglare l’approdo del brasiliano in Serie A?

Semplicemente, non c’è ancora l’accordo tra Milan e Santos sul prezzo del cartellino dell’attaccante. I paulisti valutano Kaio Jorge sempre 10 milioni di euro, mentre il club milanista non vuole andare oltre i 4-5 milioni di parte fissa, visto che il contratto del talento scadrà tra circa 5 mesi.

La soluzione potrebbe però arrivare grazie all’inserimento di bonus e clausole. Il Milan potrebbe inserire qualche milione in premi da rigirare al Santos in caso di raggiungimento di determinati obiettivi. Oppure la classica percentuale sulla rivendita del 19enne.

La trattativa può entrare nel vivo a breve, anche grazie al lavoro sull’asse Milano-San Paolo che stanno svolgendo alcuni intermediari. Una cosa è certa: il Milan è ancora in vantaggio, mentre la tentazione Juventus per ora soltanto una boutade.