Mancuso: “Indosso la 7 perché quando ero al Milan lo ammiravo”

Le parole del centravanti dell’Empoli sul suo numero di maglia e sul primo gol segnato in Serie A alla Juventus.

Mancuso
Mancuso (© Getty Images)

L’attaccante dell’Empoli Leonardo Mancuso ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport e ha spiegato le ragione della scelta del numero di maglia. Queste sono state le sue dichiarazioni: “Ho sempre indossato la maglia numero 7 perché da ragazzino, quando giocavo nelle giovanili del Milan, ero affascinato dalla classe e dai gol di Shevchenko. Il centravanti della squadra toscana ha infatti vestito la maglia del Milan dal 2001 al 2011 con la Primavera, prima di entrare a far parte dei professionisti con il Pizzighettone. A 29 anni, questa è la sua prima stagione in Serie A ed è iniziata come meglio non poteva.


Leggi anche:


Sul gol alla Juventus

Mancuso è stato l’eroe dell’Allianz Stadium la scorsa settimana. Con un suo gol nel primo tempo infatti la squadra allenata da Aurelio Andreazzoli si è imposta sui bianconeri, contro ogni pronostico. Queste le sue parole in merito a quella rete: “E’ difficile spiegare cosa ho provato nel segnare la rete che ci ha permesso di battere la Juve. Davanti agli occhi mi sono passati venti anni di calcio, di sacrifici di momenti belli e brutti. Di una vita da professionista lontana dalle luci della ribalta, ma vissuta sempre con passione e impegno”.

L’attaccante ha poi aggiunto: “Il calcio emoziona anche se non giochi in Serie A, fare gol è bello in qualsiasi categoria. A fine gara ho regalato ai tifosi azzurri i miei pantaloncini. La maglia no: quella resterà con me per tutta la vita.