Cessione Castillejo, dalla Russia: “Una richiesta del Milan blocca l’affare”

Il portale russo Eurostavka racconta i dettagli della trattativa e i motivi dello stallo. Il Cska non vorrebbe accontentare le richieste del Milan.

Castillejo
Castillejo (©Getty Images)

Il mercato del Milan non è ancora definitivamente concluso. C’è infatti ancora tempo per una cessione last minute in un campionato dove è ancora possibile chiudere trattative in entrata. Stiamo parlando ovviamente della possibile cessione in prestito di Samu Castillejo al Cska. Il club russo, che in estate ha rispedito al mittente l’offerta dei rossoneri per Nikola Vlasic, accasatosi al West Ham, ora vorrebbe assicurarsi lo spagnolo per sostituirlo.

Si tratta però di una trattativa non in discesa. Le richieste del Diavolo al momento non vengono soddisfatte e la possibilità che il tutto si concluda con un nulla di fatto ci sono. Anche perché non c’è molto tempo per chiudere l’operazione: sono rimasti poco meno di due giorni. Castillejo spera di andare a giocare con più continuità perché sa che al Milan lo spazio per lui si è ristretto dopo l’arrivo di Junior Messias.


Leggi anche:


Secondo le informazioni raccolte dal quotidiano russo Eurostavka, il Cska non ha intenzione di inserire il riscatto all’interno dell’operazione per prendere lo spagnolo in prestito. I rossoneri vorrebbero tra l’altro ricevere anche un milione di euro per il prestito mentre il club russo vorrebbe evitare di sborsare quella cifra. Al momento dunque i dialoghi sono stati interrotti perché non è arrivata una nuova proposta.

Il Milan vorrebbe mandare a giocare l’ex Villareal e i russi sono l’unica destinazione possibile in questo momento, considerando che il mercato è ancora aperto lì. Devono però allo stesso tempo sussistere le condizioni economiche per la sua partenza. Maldini aspetta un segnale per portare a termine la trattativa.