Nuovo stadio Milan-Inter, Sala è netto: “Escludo una cosa”

Beppe Sala, sindaco di Milano, torna a parlare di un argomento molto delicato e discusso: la costruzione del nuovo stadio a San Siro. Il sindaco è molto chiaro.

Sala Beppe
Giuseppe Sala (©Getty Images)

Recentemente Paolo Scaroni si è detto fiducioso sulla realizzazione del progetto stadio, ma Milan e Inter sono ancora in attesa dell’ok definitivo. Essendoci le elezioni comunali a inizio ottobre, è rimasto tutto in stand-by.

Intanto Giuseppe Sala, attuale sindaco, a margine dell’inaugurazione dell’installazione ‘Be Walter’ è tornato a parlare dell’argomento stadio. Lo ha fatto rispondendo in merito all’ipotesi, paventata dal centrodestra, di mantenere due stadi nella zona di San Siro: l’attuale Giuseppe Meazza e quello nuovo che vogliono costruire Milan e Inter.

Sala è stato molto chiaro nel negare che questa opzione sia concretamente attuabile: «Il costo per mantenere lo stadio è enorme – riporta calcioefinanza.it – e se dicessimo che il vecchio San Siro lo utilizziamo per le nazionali, voglio vedere le altre città come rispondono. Una struttura così importante deve essere utilizzata. L’unica cosa che mi sentirei di escludere è l’utilizzo dei due stadi».

Il Giuseppe Meazza non sarà comunque abbattuto, anche Milan e Inter nei piani originari volevano ciò. Il Comune di Milano si è opposto ed è stata trovata una soluzione per destinare la Scala del Calcio ad altre attività. Salvo colpi di scena, che Sala esclude, non ci saranno due impianti sportivi destinati al calcio nell’area di San Siro.

L’attuale sindaco ha rivolto anche un invito al centrodestra: «Soprattutto in campagna elettorale non bisogna cedere alla tentazione di voler accontentare tutti, perché poi c’è una cosa da accontentare: il bilancio del Comune».

Sala è netto nell’esporre il suo punto di vista. Inoltre Milan e Inter non accetterebbero un nuovo cambio di scenario. L’auspicio dei club è di poter proseguire dritti sul sentiero tracciato nei mesi scorsi, senza nuovi stop.