Berrettini-Djokovic, una sfida da… Serie A: per quale squadra tifano

Matteo Berrettini e Novak Djokovic saranno i due protagonisti della finale di Wimbledon 2021. Entrambi condividono la passione per il calcio e tifano per due club di Serie A

Djokovic-Berrettini
Djokovic-Berrettini (Getty images)

Due mesi dopo, eccoli di nuovo contro stavolta per un obiettivo diverso. Novak Djokovic e Matteo Berrettini si affronteranno stanotte (non prima delle 2.30 ora italiana) nei quarti di finale dello Us Open, ultimo Slam della stagione in corso a Flushing Meadows (New York).

Sono passati due mesi dalla finale di Wimbledon che ha visto il serbo trionfare in quattro set, una vittoria quella dello Slam londinese che ha avvicinato Djokovic a un traguardo storico. Dovesse infatti trionfare anche allo Us Open, Djokovic completerebbe il Grand Slam con la vittoria dei quattro tornei Major in un anno. Proverà a guastargli i piani un Berrettini che, con il terzo quarto di finale Slam di fila, ha dimostrato nuovamente la propria crescita e competitività.


Leggi anche 


Berrettini e Djokovic tifosi di due squadre di Serie

Quella tra Djokovic e Berrettini sarà anche una sfida … calcistica. I due tennisti, infatti, condividono la passione per il calcio e tifano per due club di Serie A. Nole tifa per il Milan, squadra del cuore che ha “ereditato” dal padre. Il numero uno del mondo segue sempre da vicino le gesta dei rossoneri ed è un grande amico di Zlatan Ibrahimovic che ha incontrato più volte anche durante l’esperienza al PSG dello svedese presente in tribuna per applaudirlo al Roland Garros e al Masters di Bercy.

Oltre a qualche presenza a San Siro, Djokovic ha incontrato personalmente calciatori e staff tecnico del Milan durante il ritiro invernale di Dubai nel 2011 e l’estate successiva a Milanello poco dopo la sua prima vittoria a Wimbledon. Il Milan, dal canto suo, è sempre prodigo complimenti per Nole e lo omaggia sui social dopo ogni trionfo.

Djokovic Berrettini
Djokovic-Berrettini (Getty images)

Berrettini invece, nato e cresciuto a Roma, tifa per la Fiorentina. Matteo ha ereditato la passione per i viola dal nonno Piero, ex lavoratore alla Olivetti di Fiesoli ai tempi dell’unico Scudetto vinto dai viola con Fulvio Bernardini in panchina. Un tifoso doc Berrettini che ha rivelato di essere rimasto sempre vicino alla sua squadra anche negli anni post Cecchi Gori  nei quali ha assistito al Franchi alle partite dell’allora Florentia Viola in Serie C2.