Calciomercato Milan, ritorno di fiamma per l’esterno | Il prezzo cala

Il Milan ha strappato una promessa al Sassuolo per quanto riguarda il futuro di Berardi. E il prezzo del cartellino è destinato a diminuire.

Maldini Paolo
Paolo Maldini (foto AC Milan)

I tifosi del Milan si aspettavano un colpo a effetto per la chiusura del calciomercato estivo, ma non è andata così. L’ultimo acquisto è stato Junior Messias, 30enne scommessa arrivata dal Crotone.

Il brasiliano deve dimostrare di essere all’altezza di indossare la maglia rossonera, altrimenti il club dovrà tornare sul mercato già a gennaio 2022. Tra i profili che piacciono e che potrebbero essere considerati per il futuro c’è Domenico Berardi, stella del Sassuolo e campione d’Europa con l’Italia.


Leggi anche:


Mercato Milan, assalto a Berardi del Sassuolo?

Come riferito da calciomercato.com, Berardi vuole lasciare il Sassuolo e lo ha già comunicato alla dirigenza. Ci sono stati dei contatti con il Leicester City nelle scorse settimane e non è escluso che possano ripartire in vista del mercato di gennaio 2022.

L’esterno offensivo calabrese piace moltissimo anche a Stefano Pioli, che lo vede come ideale innesto nel suo 4-2-3-1. Lo voleva già quando allenava la Fiorentina e ha fatto il suo nome anche al Milan nell’ultima sessione del calciomercato. Il club rossonero ne ha parlato con il Sassuolo e ha strappato la promessa di aggiornarsi nei prossimi mesi.

Il prezzo del cartellino può cambiare. Inizialmente era stato fissato a 40 milioni di euro, ma può scendere di 5-6 milioni. Berardi vuole mettersi alla prova in una nuova squadra, con maggiori ambizioni rispetto a quelle del Sassuolo. È grato al club emiliano per aver puntato su di lui e averlo fatto crescere, però sente che è giunto il momento di una nuova sfida.

Sicuramente è difficile immaginare che il Milan investa circa 35 milioni a gennaio per Berardi. Più probabile un eventuale tentativo nella prossima estate.

Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, è stato chiaro in un’intervista a Radio 24: «Siamo disponibili a valutare, come fatto con Locatelli, però devono esserci le condizioni giuste per tutti. Con lui non si sono verificate, siamo dispiaciuti, ma anche felici che sia rimasto con noi». Vedremo se già a gennaio il calciatore cambierà squadra oppure bisognerà attendere l’estate prossima.