Bakayoko risponde ai razzisti: “Orgoglioso del colore della mia pelle”

Tiemoue Bakayoko ha espresso tutto il suo disappunto su Instagram contro i tifosi della Lazio che lo hanno insultato con dei cori razzisti

Bakayoko Lazio
Tiemoue Bakayoko (Instagram)

Tiemoue Bakayoko ieri ha fatto il suo secondo esordio con la maglia del Milan. Il centrocampista francese è tornato alla corte del diavolo dopo la parentesi di tre stagioni fa. C’è tanto entusiasmo nell’ambiente rossonero nel rivedere Baka nuova con la maglia del Milan addosso, dato che nell’esperienza precedente aveva fatto molto bene sotto la gestione di Gattuso.

Tiemoue è entrato al posto di Kessie dopo circa un’ora di gioco. Ma la sua gara non è stata delle migliori: un cartellino giallo per un pestone (totalmente involontario) ai danni di Acerbi, con i calciatori della Lazio che chiedevano l’espulsione ai suoi danni; il risentimento muscolare che lo ha costretto a lasciare il campo in anticipo, sostituito da Bennacer; ma soprattutto i cori razziali provenienti dai tifosi biancocelesti nei suoi confronti.


Leggi anche:


Il post su Instagram di Bakayoko

Con un post pubblicato sul suo profilo ufficiale Instagram, Bakayoko ha esordito ringraziando il pubblico di San Siro che lo ha riaccolto in maniera fantastica: “Grazie per la calorosa accoglienza rossonera. Purtroppo il mio esordio è stato condizionato da un infortunio, ma la cosa più importante sono i 3 punti della squadra”.

Poi il messaggio rivolto ai tifosi della Lazio“E ad alcuni tifosi della Lazio e alle loro grida razziste verso me, voglio solo dire che io e mio fratello Franck Kessie siamo forti e orgogliosi del nostro colore della pelle. Ho tutta la fiducia nel nostro club che farà di tutto per identificare i protagonisti di questi cori”.