Ibrahimovic, ritorno in campo non imminente: le ultime

Le ultime notizie sul rientro di Zlatan Ibrahimovic, che sembra destino ad attendere ancora qualche giorno in più.

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Archiviata la vittoria sudata contro lo Spezia, il Milan è già focalizzato sul big match di martedì sera contro l’Atletico Madrid. Un debutto casalingo in Champions League molto atteso dai tifosi e dalla squadra rossonera.

Stefano Pioli cambierà certamente qualcosa nelle scelte iniziali di formazione. Ma non avrà ancora a disposizione il proprio leader dell’attacco: niente da fare per Zlatan Ibrahimovic, che sperava di recuperare in tempo per questa seconda giornata di Champions.

L’infiammazione al tendine d’achille non fa dormire sonni tranquilli né ad Ibra e né allo staff medico milanista. L’allarme lo ha lanciato lo svedese stesso nell’intervista di ieri a Sport Week in cui ha rivelato di non essere al top come una volta: “Non sono Superman purtroppo, anche il mio fisico comincia ad invecchiare”.

Un indizio sul rientro posticipato di Ibrahimovic è arrivato ieri dalle parole di Pioli dopo Spezia-Milan: “In vista dell’Atletico valuteremo entro lunedì se recupereremo Florenzi e Kjaer. Per gli altri se ne parlerà dopo la sosta”. Dunque Ibra difficilmente sarà arruolabile prima di metà ottobre, con il Milan che non vuole forzare i tempi.

La data giusta per il rientro del centravanti diventa inevitabilmente il prossimo 16 ottobre, per l’ottava giornata di campionato. In quel caso il Milan ospiterà l’Hellas Verona a San Siro e Ibrahimovic dovrebbe aver smaltito ogni problema in tempo.


Leggi anche:


Le possibili scelte di Pioli per Milan-Atletico Madrid

Ma cosa cambierà nella formazione di martedì sera rispetto a ieri? Certamente Pioli rilancerà dal 1′ minuto alcuni calciatori lasciati inizialmente in panchina a La Spezia per turnover. Come Calabria, che prenderà il posto di Kalulu a destra. Oppure Brahim Diaz e Rafael Leao, decisivi ieri anche subentrati in corso d’opera.

Ante Rebic dovrebbe ritornare nel ruolo di centravanti, con Giroud che potrebbe dargli il cambio successivamente. Infine il solito ballottaggio a centrocampo: chi tra Tonali, Bennacer e Kessie resterà inizialmente fuori. L’algerino sembra il maggior indiziato al momento.

La probabile formazione per Milan-Atletico:

(4-2-3-1) Maignan; Calabria, Tomori, Romagnoli, T. Hernandez; Kessie, Tonali; Saelemaekers, Diaz, Leao; Rebic.