La decisione del Milan che fa arrabbiare una Nazionale

In sintonia con lo staff medico della nazionale svedese, i rossoneri hanno deciso di non rischiare. Ibra non risponderà alla chiamata di Andersson, che non l’ha presa bene.

Ibrahimovic
Ibrahimovic (©Getty Images)

Fa parlare la questione della convocazione di Ibrahimovic da parte della nazionale svedese per le prossime sfide, convocazione alla quale il Milan si è però opposto. Ibra fino ad ora ha giocato soltanto uno spezzone di gara contro la Lazio (ben tre settimane fa) in tutta la stagione e in situazioni come questa la UEFA concede al club la facoltà di decidere se far andare il calciatore o meno. Come riporta l’edizione odierna di Tuttosport, le condizioni fisiche dello svedese sono in netto miglioramento ma non è ancora in grado di scendere in campo e non sarà infatti a disposizione di Pioli per la sfida di domenica sera contro l’Atalanta.


Leggi anche:


Di conseguenza l’attaccante rossonero non risponderà neanche alla chiamata della sua nazionale. Nelle scorse ore gli staff medici delle due squadre (Milan e Svezia) si sono confrontati e hanno preso insieme la decisione di non rischiare e di evitare di mandarlo dal ct Andersson, il quale secondo alcune indiscrezioni sembra non aver preso affatto bene la cosa. L’allenatore puntava sul milanista per le sfide di qualificazione ai Mondiali contro Kosovo e Grecia, ma i rischi sono troppo alti.