Nations League, Italia-Spagna 1-2: termina l’imbattibilità degli azzurri

Dopo 37 risultati utili consecutivi la squadra di Mancini perde contro la Spagna nella semifinale di Nations League a San Siro

Italia-Spagna
Italia-Spagna (©Getty Images)

Dal 10 ottobre 2019 al 6 ottobre 2021: praticamente due anni senza perdere per la Nazionale Italiana allenata magistralmente da Roberto Mancini, che è riuscito a far tornare a splendere la squadra Azzurra dopo svariati anni. Di certo, la sconfitta odierna con la Spagna non cancella quanto di buono fatto in quest’ultimo periodo.

Decisive le reti nella prima frazione di gioco realizzate da Fernan Torres, prima al 17′ e poi al 45′. Incide sicuramente sul match l’espulsione al minuto 42 di Leonardo Bonucci per doppia ammonizione. L’Italia nella ripresa ci prova con la forza della disperazione e accorcia le distanze all’82′ con Lorenzo Pellegrini, che deve solo appoggiare la palla in porta dopo un’azione solitaria in ripartenza di Chiesa.


Leggi anche:


Calabria in campo dal minuto settantuno, fischi a Donnarumma

Fischi si prevedevano alla vigilia e fischi sono stati per Gianluigi Donnarumma, che torna per la prima volta a San Siro dopo aver abbandonato il Milan. Nessuna pietà da parte del pubblico per lui, in particolare i tifosi del Milan presenti ad assistere alla sfida.

C’è stato spazio anche per Davide Calabria, entrano al 71′ al posto di Barella. Per il terzino rossonero venti minuti giocati più recupero nel ruolo di mezz’ala. Posizione inusuale per lui ma che sa fare bene, e l’ha fatto vedere anche in qualche occasione nella scorsa stagione.

L’Italia dunque perde contro la Spagna di Luis Enrique e si andrà a giocare il terzo posto nella competizione della Nations League domenica a Torino. Applausi comunque del Meazza per gli Azzurri, che hanno dato tutto e che hanno giocato con l‘uomo in meno per tutto il secondo tempo.