Ibrahimovic fa gli straordinari: scelta la data del rientro

Zlatan Ibrahimovic vuole tornare la prossima settimana in squadra, con un obiettivo preciso per il rientro da titolare.

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (acmilan.com)

Non è ancora al top della forma, visto che da maggio scorso i problemi fisici e muscolari lo stanno condannando a stop forzati. Ma Zlatan Ibrahimovic ha una voglia matta di tornare, il prima possibile e ovviamente da protagonista assoluto.

Ha compiuto 40 anni qualche giorno fa ma non intende restare schiavo della carta d’identità. L’attaccante del Milan vuole recuperare il tempo perso e si è già messo d’impegno per bruciare i tempi. Ibra sul campo fa gli straordinari, con sedute personalizzate atte a farli recuperare dal problema al tendine d’achille.

Come riportato da Tuttosport c’è una data precisa alla quale Ibra sta puntando per il suo ritorno in campo, preferibilmente da titolare: quella del 19 ottobre prossimo, ovvero tra due martedì. Quella sera il Milan sarà ospite del Porto nella terza gara del girone di Champions League.


Leggi anche:


Giroud pronto per il Verona, Ibra quasi

L’idea iniziale di Ibrahimovic e dello staff medico del Milan era quello di mandare lo svedese in campo per la ripresa del campionato, dopo la sosta per le Nazionali. Il 16 ottobre c’è Milan-Verona a San Siro, occasione ideale per rivedere Ibra al centro dell’attacco.

Ma a Milanello si vuole andare con cautela. Giusto fare gli straordinari, ma senza esagerare. Dunque Ibra al massimo può sperare in una convocazione in panchina per il match contro gli scaligeri, per essere invece abile ed arruolato in Champions League.

Chi invece ci sarà sicuramente tra due sabati è Olivier Giroud. Il centravanti francese ha smaltito i problemi alla schiena e tornerà da domani a lavorare con il resto del gruppo. L’esperienza del classe ’86 sarà di nuovo utile ad un Milan a cui è mancata fisicità e presenza in zona-gol, nonostante l’ottimo lavoro di Rebic da prima punta.

Giroud contro l’Hellas e Ibrahimovic contro il Porto. Questo il piano dei rientri in attacco in casa Milan. Anche se sarà decisivo il lavoro nella prossima settimana prima di consegnare a Pioli la lista definitiva dei disponibili.