Milan, Adli studia da rossonero: qualità in ascesa e ruolo già deciso

Il Milan osserva da lontano i miglioramenti e le qualità di Yacine Adli, prossimo colpo per il centrocampo rossonero.

Adli Yacine Maldini Massara
Yacine Adli con Maldini e Massara (foto AC Milan)

Il Milan è una delle società certamente più virtuose del calcio europeo. Basti guardare il miglioramento nei conti del club rispetto ad un anno fa, nonostante le perdite dovute alla pandemia. Sguardo verticale dovuto all’ottimo lavoro della proprietà Elliott e dei suoi dirigenti.

Anche nel settore tecnico la situazione è altamente propositiva. Il Milan ha costruito una squadra completa, giovane e di prospettiva. Così come le strategie sul mercato futuro, che ha già portato in vista del 2022 un innesto sicuro: l’arrivo di Yacine Adli dal Bordeaux.

Il giovane talento francese è stato già ingaggiato ufficialmente ad agosto, ma con approdo in Italia fissato per l’estate prossima. Il Milan ha scelto di puntare su Adli pagandolo circa 10 milioni di euro bonus compresi, lasciandolo però un’altra stagione in Ligue 1.


Leggi anche:


Adli trequartista del futuro: a Bordeaux è già intoccabile

Oggi Tuttosport ha fatto il punto sui progressi di Adli, ovviamente seguito con un certo interesse dagli osservatori del Milan. Vengono intanto smentite le voci che vedrebbero un arrivo anticipato del francese a Milanello già a gennaio, in caso di partenza di Kessie.

Anche perché tecnicamente e tatticamente Adli c’entra molto poco con l’ivoriano in scadenza contrattuale. Kessie è un mediano ‘box to box’, dalla fisicità prorompente. Mentre il franco-algerino è calciatore tecnico, dalle qualità sopraffine, che fisicamente ricorda Adrien Rabiot ma con maggiore propensione alla fase d’attacco.

Nel Bordeaux sembra aver trovato il ruolo ideale: sta giocando da trequartista puro, anche se Adli nasce come mezzala nelle giovanili del PSG. Il tecnico dei ‘girondini’ Petkovic lo sta utilizzando come uno dei fantasisti dietro la punta nel 3-4-2-1 di base.

Dunque nel 2022 Adli potrebbe ricoprire un ruolo specifico nel Milan di mister Pioli. Sarebbe l’alternativa ideale di Brahim Diaz nel ruolo di fantasista centrale, anche se con caratteristiche diverse dallo spagnolo. Adli è un regista offensivo elegante e dal buon piede, che ha già sfornato due assist decisivi in campionato. Il cruccio è quello del gol (finora 5 in carriera) ma a 21 anni ha ancora tutto il tempo per migliorare.