Brilla a San Siro col Verona: Maldini è già pazzo di lui

Ottima prova nella cornice di San Siro per il giovane calciatore, che ha già ricevuto consensi dal club rossonero.

La serata di ieri a San Siro ha rappresentato un insieme di emozioni incredibili. Gol, errori, rimonte e decisioni arbitrali discutibili. Uno spettacolo comunque per gli appassionati del calcio, in un Milan-Verona vinto con inerzia dai rossoneri.

Maldini e Ilic
Maldini e Ilic (Getty Images)

Ma oltre ai tanti episodi spettacoli, il match dell’ottava giornata ha messo in mostra alcuni talenti importanti. Quelli decisivi di Castillejo e Rafael Leao, subentrati a gara in corsa e abili a cambiare l’andamento della sfida. Ma anche alcune individualità in casa Hellas non hanno deluso.

Pare infatti che i dirigenti del Milan abbiano osservato con attenzione un giovane calciatore del Verona. Si tratta del centrocampista Ivan Ilic, che ha disputato 90 ottimi minuti in mediana, confermando la crescita e le buonissime qualità tecniche.


Leggi anche:


Chi è Ilic, il centrocampista tuttofare che gioca da veterano

Già lo scorso anno, alla sua prima stagione italiana, aveva mostrato segnali importanti. Ma oggi Ilic sta confermando tutto ciò che di buono si è detto di lui. Talento serbo, classe 2001, dunque appena ventenne. Qualità eccellenti palla al piede, ma colpisce per la maturità con cui interpreta il ruolo di mediano.

Il Verona lo ha riscattato in estate dal Manchester City, investendo ben 7,5 milioni di euro. Ilic, nonostante la giovanissima età, è già un piccolo giramondo: ha militato in cinque squadre diverse, partendo dalle giovanili della Stella Rossa e vantando un’esperienza positiva in Olanda, al NAC Breda.

Una maturità importante quella di Ilic, che ha colpito Paolo Maldini e gli altri dirigenti del Milan. Al fianco di un esperto come Miguel Veloso, il serbo ha giocato con continuità e piena libertà di manovra, tamponando il più possibile le ripartenze rossonere e combattendo su ogni pallone.

Chissà che il Milan non abbia seriamente preso nota e messo sul proprio taccuino per il futuro il nome di Ilic. Le qualità tecniche ci sono, la prestanza fisica anche. Visto il possibile addio di Franck Kessie nel 2022 non è da escludere che il talento nativo di Niš  possa essere un profilo azzeccato per rimpiazzarlo.