Milan, stava per andare in un’altra squadra: il retroscena

L’esperto di calciomercato Di Marzio a Sky Sport ha raccontato un retroscena su Mirante.

L’infortunio serio di Mike Maignan ha costretto il club rossonero ad andare sul mercato per prendere un nuovo portiere. Stefano Pioli non poteva restare con i soli Ciprian Tatarusanu e il giovane Andreas Jungdal a disposizione.

Maldini Massara Frederic
Paolo Maldini e Frederic Massara (©Getty Images)

Il Milan, saggiamente, ha deciso di prendere un altro estremo difensore e ha guardato a chi nella lista degli svincolati potesse andare bene. La scelta è ricaduta su Antonio Mirante, rimasto libero dopo l’esperienza alla Roma. La trattativa è stata rapida, il 38enne di Castellammare di Stabia ha firmato un contratto fino a giugno 2022.


Leggi anche:


Calciomercato Milan, Mirante vicino allo Spezia

Gianluca Di Marzio, intervenuto a Sky Sport, ha rivelato i retroscena dell’affare che ha portato Mirante al Milan: «Se guardi alla lista degli svincolati, credo che Mirante sia il miglior portiere disponibile e affidabile. Incredibile casualità, stava per firmare con lo Spezia, poi nel pomeriggio il Milan ha avuto la certezza dell’infortunio di Maignan. L’ottimo rapporto tra Maldini, Massara e gli agenti ha aiutato questa operazione lampo. Romero era andato al Venezia qualche giorno prima, quindi non c’era la possibilità di andare su di lui».

Effettivamente, nei giorni prima della firma con la società rossonera c’erano insistenti indiscrezioni sul possibile passaggio di Mirante allo Spezia. Le negoziazioni, però, sono andate un po’ a rilento e questo ha permesso alla coppia Maldini-Massara di inserirsi proprio quando sembrava che fosse stato raggiunto l’accordo con il club ligure. Per il Milan era importante l’ingaggio di un portiere esperto dopo aver perso Maignan per infortunio.