Capello infuriato con un rossonero: “E’ troppo giocherellone”

L’ex allenatore Fabio Capello, attuale opinionista di Sky Sport, ha parlato al termine di Porto-Milan soffermandosi su un calciatore rossonero

Sono tanti i commenti arrivati dopo la sconfitta del Milan in Champions League contro il Porto per 1-0. Ha detto la sua anche Fabio Capello, ex allenatore anche dei rossoneri.

Fabio Capello
Fabio Capello (©Getty Images)

Al Milan ieri sera sono mancate tante cose. Oltre al dinamismo e all’aggressività la squadra di Pioli non è nemmeno riuscita a trovare il guizzo vincente con i suoi giocatori più estrosi, come Leao o Saelemaekers. Certo, con Theo Hernandez, Kessie e il resto degli infortunati le cose sarebbe potute andare diversamente.


Leggi anche:


Capello contro Leao: “E’ forte, ma spesso si perde”

Ecco cosa ha detto Fabio Capello nei confronti di Rafael Leao, subito dopo la sconfitta di Oporto: “La sua gestione diventa fondamentale per questo Milan. Leao ha un potenziale enorme, ha qualità da grande giocatore e un’ottima visione di gioco”.

Poi le critiche, seppur costruttive, al portoghese: “Sembra quasi sottovalutarsi. Fa passare la palla in posti impensabili per un calciatore normale. Potrebbe tranquillamente diventare un crack del calcio mondiale, ma è lui in primis a doversi convincere di questa cosa. Mi fa arrabbiare, perché certe volte è un giocherellone”.