Di Marzio è sicuro: “C’è un rinnovo che non preoccupa il Milan”

Gianluca Di Marzio ha fatto il punto attorno al rinnovo di contratto del difensore rossonero. A detta del giornalista, non c’è da preoccuparsi!

In questo particolare periodo della stagione, la questione rinnovi la fa da padrone in casa Milan. Oltre alle vicine scadenze dei contratti di Kessie, Kjaer e Romagnoli, il club rossonero è proiettato anche ai rinnovi di quei giocatori che godono di un contratto ben più longevo.

AC Milan
AC Milan (©Getty Images)

Certamente, però, si sta tentando di risolvere quelli prossimi alla scadenza. Se Franck Kessie pare assai lontano dal prolungamento della sua permanenza in rossonero, è diversa la situazione di Alessio Romagnoli e Simon Kjaer. I due centrali difensivi, nonostante il contratto in scadenza nel 2022, sembrano spinti dall’intenzione di rinnovare. E la volontà è ricambiata dallo stesso Milan.

A fare il punto della situazione sui contratti di Romagnoli e Kjaer è stato Gianluca di Marzio. Già oggi pomeriggio vi abbiamo raccontato le parole del giornalista in merito al rinnovo di Alessio. Di Marzio è convinto che Maldini e Massara vogliono far di tutto pur di trattenere l’ex Roma tra le fila rossonere, e ha affermato che i contatti con gli agenti sono già stati avviati.


Leggi anche:


Ma se per Romagnoli può essere riscontrata una certa difficoltà nel prolungamento, anche dovuta alle alte pretese del suo manager Mino Raiola, pare invece esserci poca preoccupazione riguardo al rinnovo del gigante danese. Secondo il noto giornalista, la situazione di Simon Kjaer è quella che meno preoccupa la dirigenza rossonera, conscia di una volontà reciproca di continuare insieme nel cammino al Milan.

Kjaer
Kjaer (©GettyImages)

Sono state queste le parole di Gianluca Di Marzio riguardo al rinnovo di contratto del difensore danese: “La volontà di proseguire insieme non manca di certo, ma allo sesso tempo c’è la necessità di sedersi intorno a un tavolo e iniziare a ragionare sulla durata e le cifre del nuovo accordo. Al Milan, la situazione relativa al futuro del difensore danese è quella che preoccupa di meno”.