Colombo super in Serie B: il retroscena sul trasferimento alla SPAL

Lorenzo Colombo sta facendo benissimo con la maglia della squadra di Ferrara: ecco come la SPAL ha vinto la concorrenza.

Mentre il Milan si gioca i primi posti nel campionato di Serie A, uno dei migliori talenti fuoriusciti dal vivaio rossoneri si sta mettendo in mostra a chilometri di distanza, precisamente in Emilia.

colombo
Lorenzo Colombo (©Getty Images)

Lorenzo Colombo è andato in prestito alla SPAL durante la scorsa sessione estiva. Il classe 2002 scuola Milan ha deciso in accordo con il club d’appartenenza di passare la stagione 2021-2022 in Serie B, per crescere e farsi le ossa in una squadra che gli desse spazio e fiducia immediata.

Colombo è l’uomo in più della formazione di Pep Clotet, che fatica ad ottenere risultati importanti in B ma allo stesso tempo sta tirando fuori talenti di primo piano. Oltre al milanista anche l’ex interista Salvatore Esposito e l’ivoriano Latte Lath cresciuto nell’Atalanta si stanno dando da fare.


Leggi anche >Osservato speciale in Milan-Torino: 15 milioni per il colpo


Oggi Joe Tacopina, patron della SPAL, ha raccontato come ha convinto il Milan a cedergli Colombo in prestito. In effetti la concorrenza estiva era ampia: il Brescia lo voleva inserire nell’affare Tonali e anche qualche club della massima serie aveva tentato il giovane centravanti.

Queste le parole rilasciate a Sky Sport poco fa: “Un giocatore in cui abbiamo creduto da subito. L’ho chiesto al mio amico Massara, che mi ha fatto un grande favore. Lo volevano tutti ma siamo riusciti a prenderlo. A chi mi diceva che a 19 anni non poteva essere decisivo rispondevo che si trattava di un grandissimo talento. Sta lavorando bene con l’allenatore e sta migliorando grazie alla sua mentalità”.