Nesta: “Kessie? Il Milan non può farsi prendere per il collo”

Le parole di Alessandro Nesta a La Gazzetta dello Sport. L’ex difensore del Milan parla dei singoli, esaltando Tonali e Tomori. Le sue dichiarazioni in merito alla vicenda Kessie

Alessandro Nesta si è concesso ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. L’ex difensore del Milan ha risposto a diverse domande legate al Milan.

Alessandro Nesta
Alessandro Nesta (© Getty Images)

Inevitabile l’argomento difesa, che vede Tomori sempre più protagonista con la maglia rossonera: “E’ un giocatore di prima fascia – ammette il mister -, se si vuole tenere alto il livello servono giocatori come lui che coprano le spalle. Kjaer sta vivendo il miglior momento della carriera, è maturo e ha equilibrio. Romagnoli è forte, affidabile e troverà spazio”.

Scudetto possibile – “Ci sono idee chiare e una visione comune – prosegue Nesta -. Forse non è la squadra più forte, ma se non remano tutti dalla stessa parte si fa fatica anche in un top club. I rossoneri sono in alto da anni, sanno gestire le pressioni e penso che possano vincere lo scudetto. Non è ancora pronta per l’Europa”.


Leggi anche:


Ibra fuoriclasse

Si parla anche di centrocampo, dove si sta mettendo in mostra il talento di Tonali. Per Franck Kessie, invece, potrebbero essere gli ultimi mesi in rossonero: “E’ sbagliato il sistema. Il club non può farsi prendere ogni anno per il collo dal giocatore in scadenza di turno. Capisco che Kessie sia tentato ad andare via non avendo particolari legami a Milano. Tonali? Non è né una mezz’ala, né un play singolo. Ma quando gioca a due è fortissimo, e dopo aver pagato il salto dalla B a Sa Siro si è conquistato la fiducia sul campo.

Ibrahimovic – “E’ un fuoriclasse, diverso dagli altri per talento, forza e mentalità. Di testa sarà competitivo fino a 80 anni, se il ginocchio regge andrà avanti ancora per molti anni”.